La Storia in Piazza curata da Luciano Canfora e Franco Cardini e dedicata alle Rivoluzioni, la rassegna Città di mare pensata da Claudio Magris e Margherita Rubino, il festival dell’editoria indipendente Book Pride, mostre su Enzo Tortora e Niccolò Paganini e una grande esposizione intitolata L’età dell’incertezza, con opere di Sironi, de Pisis, Depero, de Chirico, Severini e altri.

Sono alcune delle iniziative del programma 2018 di Palazzo Ducale di Genova, il primo della gestione di Luca Bizzarri.

È previsto anche un primo ciclo sulla letteratura comica del Novecento curato dallo stesso Bizzarri con Tullio Solenghi. La mostra è dedicata a Enzo Tortora a 90 anni dalla nascita.

Per febbraio e marzo sono in calendario due mostre programmate dalla presidenza precedente: la prima (dal 24 febbraio) dedicata a André Kertesz e la seconda (dal 3 marzo) l’antologica di Antonio Ligabue.

«Vorrei – ha detto Bizzarri – che il Ducale fosse un posto dove non si fanno solo mostre ma dove si viene a vivere, dove e ci si scambiano le idee»

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here