Con 20.000 garofani bianchi, 8.000 garofani rossi, 15.000 ranuncoli gialli, 20.000 foglie di magnolia colorate di bianco e 8.000 colorate di blu Sanremo è tornato ad essere il Festival dei fiori italiani. È quanto afferma la Coldiretti precisando che sono stati anche realizzati 150 bouquet per gli ospiti e i cantanti, il red carpet con 500 piante tra ciclamini rossi, primule gialle cinerarie blu per colorare di Made in Italy l’appuntamento canoro. E per ogni persona sul palco, compresa l’orchestra, è stato preparato un fiore all’occhiello per ricordare le vittime dei femminicidi e sensibilizzare gli spettatori sul tema.

Tutto questo organizzato dall’ Associazione Nazionale Piante e Fiori d’Italia, realizzato dai fioristi, provenienti da tutta Italia, della scuola Pianeta Fiore di Chicco Pastorino, in collaborazione con il Mercato dei Fiori di Sanremo per la fornitura dei fiori e dei vivaisti di Albenga per le piante.

«Il florovivaismo – sottolinea la Coldiretti – è un settore che in Italia vale complessivamente oltre 2,5 miliardi di euro e conta 100mila addetti in 27mila aziende, con un saldo commerciale positivo di oltre 180 milioni di euro. Un settore fondamentale per rendere gradevoli e abitabili le nostre città e per la lotta all’inquinamento ed alle polveri sottili, vista la capacità delle piante di catturare gli inquinanti e la CO2 e produrre ossigeno».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here