Avvio debole per le borse europee, in un mercato sensibile al generale rialzo dei rendimenti governativi e in attesa dei dati relativi relativi al mercato del lavoro negli Usa. Gli investitori stanno valutando i bilanci diffusi dai colossi americani, con Apple che ha annunciato un trimestre da record per utile e fatturato, ma ha anche venduto meno iPhone delle attese.

Intorno alle 9.15, il Dax di Francoforte segna -0,9%, il Cac 40 di Parigi -0,6%, l’Ibex 35 di Madrid -0,5%e il Ftse 100 di Londra -0,2%. Alle 9.37 a Milano Ftse Italia All-Share è a 25.850,54 punti (-0,29%) e Ftse Mib a 23.460,77 punti (-0,34%).

A Piazza Affari partono bene i petroliferi Saipem (+0,9%), Tenaris (+0,5%) Ed Eni (+0,3%) e le i bancaricon Banco Bpm (+0,3%) e Bper (+0,8%). Mediobanca guadagna lo 0,6%, dopo l’ok dalla Bce per l’adozione del suo modello di risk management.

Il cambio euro/dollaro si mantiene oltre quota 1,25, mentre prosegue la risalita sullo yen, con il dollaro/yen a 109,8.

Tra le commodities l’oro torna in area 1.350 dollari l’oncia, mentre avanza ancora il petrolio con il Brent (+0,4%) a 69,9 dollari e il Wti (+0,6%) a 66,2 dollari.

Lo spread tra Btp e Bund apre stabile a 127 punti con un rendimento all’1,97%

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.