Le principali istituzioni arbitrali di Genova hanno concluso un accordo per la gestione congiunta del servizio di arbitrato con la Camera arbitrale di Milano, azienda speciale della Camera di Commercio Metropolitana di Milano, Monza-Brianza e Lodi.

Le domande di arbitrato verranno gestite in collaborazione tra Camera arbitrale di Milano con la Camera arbitrale di Genova e la Camera arbitrale marittima di Genova, istituite rispettivamente nella Camera di Commercio di Genova e la Camera Arbitrale del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Genova.

«Sono circa 140 le domande di arbitrato ricevute nell’ultimo anno tra Milano e Genova, di cui circa un terzo internazionali – dice Marco Dettori, presidente della Camera arbitrale della Camera di commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi – per quanto riguarda i rapporti camerali, questa collaborazione va inserita nel quadro di riorganizzazione amministrativa delle Camere di commercio e in particolare contribuisce a rafforzare la proposta di gestione arbitrale scegliendo come punto di riferimento la Camera arbitrale Milano, che con i suoi oltre 2.300 arbitrati amministrati in trent’anni di esperienza, ha dimostrato di saper offrire prestazioni di qualità e di poter competere con i principali centri arbitrali europei. A livello internazionale, si registra una crescente competizione fra le diverse “piazze arbitrali”, essendo l’arbitrato l’unica reale alternativa ai Tribunali statali per risolvere le relative controversie. È per questo motivo che la richiesta da parte delle imprese di rafforzare la proposta italiana di servizi nel settore è in costante aumento. In questo contesto l’alleanza territoriale può rispondere meglio alla richiesta degli utenti».

Non meno importante poi è l’alleanza formatasi tra il sistema camerale e quello professionale: la collaborazione con l’Ordine degli Avvocati di Genova è una novità nel settore e dimostra un costruttivo spirito di apertura da parte delle categorie professionali nell’ottica comune di migliorare i servizi forniti alle imprese del territorio, valorizzare il mercato locale e, con lui, i relativi professionisti.

Soggetto unico e gestione coordinata

La convenzione prevede l’integrazione delle tre Camere arbitrali genovesi in un soggetto unico con Milano. Gli atti del procedimento arbitrale potranno essere depositati sia a Genova che a Milano presso le sedi degli enti coinvolti nella convenzione; parimenti, le udienze si potranno svolgere, sulla base delle esigenze e delle richieste delle parti e degli arbitri, sia a Milano che a Genova; inoltre gli enti coinvolti si impegneranno nell’organizzazione di eventi formativi rivolti a tutti i professionisti del territorio interessati.

 

 

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.