Si è svolta in una affollata Sala del Cap la prima assemblea regionale di Liberi e Uguali con il compito di delineare le priorità programmatiche (lavoro, scuola, fisco, ambiente, sanità) e raccogliere le disponibilità a candidarsi nelle liste per Camera e Senato. 42 nominativi da cui verranno scelti i 21 candidati liguri che correranno per Liberi e Uguali.

Non possiamo raccontare bugie o fare proposte fantascientifiche per raccogliere voti − spiega il senatore Federico Fornaro − per questo pensiamo sia necessario puntare sulla scuola e rilanciare la ricerca; e poi un grande piano verde per dare lavoro, senza dimenticare la lotta alla precarietà quindi l’abolizione del jobs-act che si è rivelato favorire le imprese togliendo invece diritti ai lavoratori».

Il senatore piemontese, nel suo ruolo di garante, ha poi sottolineato come la legge elettorale con cui si andrà a votare sia «pessima, una truffa agli italiani a cui si fa credere che si è tornati a un sistema maggioritario e invece è un proporzionale che leva di fatto agli elettori la possibilità di una vera scelta degli eletti».

Fornaro ha poi concluso elencando le caratteristiche delle candidature: «parità di genere, pluralismo politico all’interno delle formazioni rappresentate, le pluri-candidature saranno limitate e non potrà essere candidato chi ha già svolto due mandati parlamentari. Fuori dalle liste le persone arrestate, rinviate a giudizio o condannate per reati di mafia, terrorismo, criminalità organizzata, reati contro la libertà personale e individuale e sessuale».

Gianpaolo Malatesta ha poi elencato i candidati che hanno manifestato l’interesse a essere inseriti in lista che comunque rimangono aperte. «A breve saranno mandati a Roma i nominativi e il 22 gennaio da Roma verranno comunicati i canditati liguri che correranno per Liberi e Uguali». Ecco i nomi:

Imperia: Mauro Giribaldi, avvocato; Mauro Gradi, avvocato.

Savona: Sergio Aquilino, avvocato; Dario Bacino, operatore ecologico; Nello Balzano, impiegato; Felice Besostri, avvocato costituzionalista; Federico La Rosa, consigliere comunale; Natascia Vallerino, infermiera; Marco Pozzo, radiologo; Enrica Tonola, pedagogista.

Genova: Roberto Amen, giornalista; Maria Cristina Barzacchi, oncologa; Piero Borello, tecnico Ansaldo; Fabio Cancelliere, operaio cantieristica; Mario Caraffini, insegnante (Cgil scuola); Sergio Cofferati, deputato europeo; Silvio Del Buono, dir. sanitario Gaslini; Erminia Federico insegnante in congedo; Giuliano Graziani vicesindaco Mignanego; Evelina Isola, progettista ambientale; Laura Lupinacci, insegnante; Lamberto Ferrara, avvocato; Paolo Mura, delegato Ericsson; Luca Pastorino deputato; Bruno Pastorino, coord. prov S.I; Stefano Quaranta, deputato; Daniela Tedeschi cons. metropolitano; Silvia Pedemonte, funz. bandi Reg.start up.

La Spezia: Luca Basile, assistente universitario; Mara Biso, funz. Agenzia Fiscale; Laura Canale, ex dirigente Reg. in pensione; Nicola De Benedetto, insegnante; Michele Fiore, avvocato; Silvia Gobbetti, insegnante; Andrea Licari, consigliere comunale Borghetto Vara; Andrea Ornati, consigliere comunale Lerici; Luigi Liguori, medico; Paolo Putrino, manager Centri Commerciali; Carlotta Salvatori, studentessa; Giulia Tomarchi, dir. Spi Cgil.

Deve ancora sciogliere la riserva Alessandra Ballerini, avvocato.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.