Dal 1° Luglio 2018 non sarà più possibile per il datore di lavoro pagare in contanti gli stipendi.

Confartigianato La Spezia evidenzia che il divieto di utilizzare in contanti sarà valido per tutti i rapporti di lavoro subordinato: rapporti di lavoro a tempo indeterminato e determinato; contratti a tempo pieno e part-time; contratti di apprendistato; soci lavoratori di cooperative con contratti subordinati; contratti a chiamata, job sharing e tutte le altre forme di lavoro flessibile.

Sono esclusi dalla norma i rapporti di lavoro domestici come colf e badanti. La violazione dell’obbligo di pagamento tracciato delle retribuzioni, comporterà l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria dai 1.000 ai 5.000 euro.

Come si paga?

Il pagamento quindi dovrà avvenire solo attraverso una banca/ufficio postale attraverso bonifico su conto corrente con codice Iban indicato dal lavoratore; altri strumenti per i pagamenti elettronici; pagamento in contanti direttamente in banca o alla posta, solo se il datore di lavoro ha aperto un c/c di tesoreria con mandato di pagamento; tramite assegno bancario o circolare, consegnato direttamente al lavoratore (o suo delegato).

Per ulteriori informazioni è possibile Per ulteriori informazioni è possibile contattare le associazioni datoriali di riferimento sul territorio. Per gli aderenti a Confartigianato La Spezia per esempio, c’è l’area lavoro (Marco Carloni), tel. 0187 286629

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.