Una giornata di severo maltempo oggi in Liguria. Lo riassumiamo diffondendo i dati registrati da Arpal, l’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente ligure.

Precipitazioni nelle ultime 24 ore (cumulate)

328 mm Cabanne comune di Rezzoaglio (Ge); 308.2 mm Barbagelata (Ge); 256.8 mm Villafranca Lunigiana (Ms); 253 mm Giacopiane – Diga comune di Borzonasca (Ge); 240.8 mm Loco Carchelli comune di Rovegno (Ge); 235.2 mm Ceriana (Im); 223 mm Sella Giassina comune di Neirone (Ge); 204.4 mm Sella di Gouta comune di Apricale (Im); 192.6 mm Torriglia (Ge).

L’incremento idrometrico dalla mezzanotte

Airole – Roia +3m; Panesi – Entella +4,5m; Nasceto – Vara +3,6m; Brugnato – Vara +2,20m; Vezzano Ligure – Magra +3,25M

Venti

Giacopiane, comune di Borzonasca, raffica di 165.6 km/h

Venti da Sud da Genova al confine con la Toscana e da Albenga al confine con la Francia. Vento da Nord sul savonese

Temperature

differenza di 10 gradi fra Savona (+4°C) e Albenga (+14°C)

Mare

Periodo​ ​10.2 secondi; Altezza massima dell’onda ​​7.11 metri; altezza significativa ​4.3 metri.

Qui i dati in tempo reale.

Il bollettino di Arpal delle 20.30, prima di cominciare una notte di apprensione, evidenzia come la situazione nelle ultime tre ore sia peggiorata a causa delle piogge diffuse e persistenti su tutta la regione con intensità tra moderate e forti e cumulate fino a molto elevate nel corso dell’evento, che hanno comportato un innalzamento dei livelli idrometrici dei principali corsi d’acqua monitorati. È stato raggiunto il livello di allarme sul Levante su Entella, Aveto, Vara e sul Ponente il livello è prossimo a tale soglia su Roya e Argentina.

I livelli sono tuttora in crescita a causa della persistenza delle precipitazioni.

I valori di temperatura prossimi a 0° C in Val Bormida favoriscono ancora fenomeni di gelicidio con associate possibili gelate diffuse.

I venti al suolo si sono disposti ovunque dai quadranti meridionali con valori medi fino a burrasca forte e raffiche superiori a 100 km/h (di cui i valori massimi di raffica registrati a: Giacopiane 135 km/h, Casoni di Suvero 134 km/h, Fontana Fresca 130 km/h, Monte Pennello 127 km/h, Passo del Turchino 117 km/h).

Il moto ondoso ha visto un continuo aumento fino a raggiungere 4.5 m di altezza d’onda significativa, 7.1 m di onda massima, 10.4 s di periodo di picco registrati dalla boa di Capo Mele.

Circolazione ferroviaria ancora in crisi

Intanto la circolazione ferroviaria è ancora in forte crisi: il traffico ferroviario viene sospeso fino a domani mattina alle 6, previe verifiche di circolabilità da parte dei tecnici di Rfi, su alcune linee del Piemonte, della Liguria e sulla Pontremolese. E rimane fortemente rallentato su alcuni punti della rete ferroviaria in Emilia-Romagna e Toscana, dove – anche in queste regioni – sono attivi i piani neve e gelo di Rete Ferroviaria Italiana. Durante tutta la notte sono programmate corse raschia-ghiaccio per mantenere in efficienza i sistemi di alimentazione elettrica dei treni.

Linea Savona – San Giuseppe di Cairo, traffico sospeso. Riattivazione prevista domani mattina alle 6.00, previe verifiche di circolabilità da parte dei tecnici di RFI. Non è possibile attivare il servizio bus a causa di una frana che impedisce il passaggio dei mezzi sostitutivi.

Linea Genova-Acqui Terme rimane ancora sospesa al traffico ferroviario fino a domani mattina alle ore 6.00, previe verifiche di circolabilità da parte dei tecnici di RFI.

Linee Genova-Milano e Genova-Torino via Mignanego è stata riattivata fra Genova e Ronco. Rimane attivo il servizio sostitutivo con bus fra Ronco Scrivia e Tortona.

Linee Genova-Milano e Genova-Torino via Busalla rimane sospesa con attivazione servizi sostitutivi con bus. Riattivazione prevista domani mattina alle 6, previe verifiche di circolabilità da parte dei tecnici di Rfi.

Linea Parma – La Spezia traffico sospeso tra Pontremoli e Parma con attivazione servizi sostitutivi con bus. Riattivazione prevista domani mattina alle 6, previe verifiche di circolabilità da parte dei tecnici di Rfi.

Rete Ferroviaria Italiana, Gestore dell’infrastruttura ferroviaria nazionale, comunica che il servizio potrà ridursi qualora la situazione dovesse peggiorare oltre le normali condizioni di circolabilità, in base alle previsioni meteorologiche della Protezione Civile.

Rfi invita a tenersi informati sulla situazione della circolazione dei treni in relazione all’evolversi delle condizioni meteorologiche, anche attraverso il sito web e i mezzi di informazione del Gruppo Fs Italiane: FSnews.it, FSNewsRadio dal sito web FSItaliane.it, e su twitter @Lefrecce e @FSnews_it.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.