Secondo Ascom Confcommercio Genova quest’anno sono aumentati, anche se di poco, i consumi natalizi rispetto all’anno scorso, lo conferma il presidente Paolo Odone: «per il tessuto commerciale genovese i consumi per il natale 2017 sono in leggera crescita rispetto allo scorso anno». Sempre bene la tecnologia, leggero aumento delle vendite in alcuni settori tradizionali come l’abbigliamento e i giocattoli.

Gianni Prazzoli, presidente di Federmoda, dice che le spese si concentrano soprattutto sulla camiceria, maglieria, jeanseria e sugli accessori di abbigliamento come le sciarpe e i berretti. Complice anche il tempo atmosferico quest’anno sono in crescita anche i capispalla. Per quanto riguarda le calzature, si conferma la crescita delle vendite di un 10%, la tipologia di scarpa più venduta è quella sportiva griffata.

Manuela Carena, vicevicario di Federmoda, aggiunge che anche la lingerie si conferma uno dei regali prescelti per Natale ma soprattutto per capodanno: «Rispetto al passato si inizia  a preferire  l’acquisto  nei piccoli negozi anziché nei centri commerciali»

«La scelta del gioiello come regalo di Natale è sempre attuale, sia per quanto riguarda la gioielleria classica – afferma Enrico Natoli, presidente Associazione gioiellieri – dove il trend è in lieve aumento rispetto all’anno scorso, con una leggera crescita sulla perla e sul diamante, sia come gioielleria moderna, dove sono in crescita oggetti di metallo prezioso personalizzati, l’oreficeria e la gioielleria fashion che registra una crescita circa del 10%. Reggono anche gli oggetti di metallo non prezioso come l’acciaio».

Per quanto riguarda i settori dell’elettronica e dell’informatica, Alessandro Benigno, presidente Associazione radio tv ed elettrodomestici dell’Ascom, dice: «Registriamo che la telefonia è di nuovo in buona crescita soprattutto per quanto riguarda i telefoni di alta gamma e i tablet, stabili i piccoli e grandi elettrodomestici che però non rappresentano tipici regali natalizi». Fra le nuove tendenze sul mercato dei prodotti tecnologici si confermano prodotti di grande tendenza i droni e gli hoverboard.

I prodotti di bellezza e i profumi si confermano sempre fra i regali preferiti sia per gli uomini sia per le donne, conferma il presidente dell’Associazione profumieri, Giorgio Migone.

Dai rappresentanti di Fepag Alessandro Cavo (presidente) e Giorgio Bove (Associazione ristoranti) arrivano buone notizie: la maggior parte dei ristoratori ha già fatto registrare il tutto esaurito per Natale e Santo Stefano, San Silvestro e Capodanno. Secondo le previsioni i dati di coloro che trascorreranno il pranzo di natale fuori casa, si accompagnano inoltre con un leggero incremento della spesa media.

Nel settore dell’ottica l’andamento economico del Natale 2017 rispetto all’anno precedente conferma un trend lievemente crescente già riscontrato durante tutto l’anno, come conferma il presidente di Assopto (Associazione ottici optometristi) Giampaolo Roggero: «Il consumatore finale sembrerebbe avere minori ritrosie e inibizioni verso l’acquisto finale. Stiamo parlando di piccoli segnali confortanti, che non si avvertivano, comunque, da tempo. Per queste festività l’acquisto si è concretizzato principalmente, almeno per il settore dell’ottica, sul “necessario”, come la sostituzione dell’occhiale completo regalato dal parente più prossimo, o la sola montatura dando possibilità al ricevente di integrare con un successivo acquisto personalizzato di lenti oftalmiche. Il settore sole rappresenta pur sempre una buona opportunità e un’ottima idea regalo. Per quest’anno l’occhiale meno “griffato” ma più “indipendente”, con montature a tinte vivaci e lenti rigorosamente a specchio, rappresenta l’oggetto più richiesto tra i consumatori non solo giovani».

La novità del 2017 nell’ambito della vendita alimentare al dettaglio, è il ritorno di alcuni prodotti pregiati quali il caviale e il salmone, oltre ad alcuni tipi di salumi di alta fascia, sia nazionali, sia esteri. Roberto Panizza, presidente della Federazione dettaglianti alimentari, conferma un trend positivo dei consumi dei prodotti rispetto al Natale 2016. I prodotti e gli ingredienti classici della tradizione restano i preferiti dai genovesi per il cenone di Natale. Oscar Cattaneo, vicepresidente Ascom e presidente Feseo Ascom, conferma un incremento del settore alimentare nella speranza che il capodanno venga mantenuto il trend positivo di Natale.

Michele Montanella, presidente Autocom – commercianti auto, ricorda che ci sono ancora pochissimi giorni per usufruire dell’ammortamento accelerato, visto che non è stato riconfermato nel 2018, un’agevolazione valida all’acquisto di veicoli nei confronti di titolari di reddito d’impresa, lavoratori autonomi e professioni.

Agostino Gazzo, presidente della Consulta dei Civ sostiene che, nonostante il periodo di crisi, le vendite stiano procedendo bene. Ad esempio nelle zone in cui i commercianti hanno dedicato particolare attenzione alle luminarie e alle iniziative di promozione del territorio attraverso il lavoro svolto dai Civ, si registra una capacità di maggiore attrattiva. «Chiediamo all’Amministrazione di prestare attenzione alle aree che stanno affrontando e affronteranno cantieri e interventi sul territorio affinché l’importanza della realizzazione di questi ultimi non sacrifichi una gestione accorta ed attenta alla sostenibilità quotidiana dei cittadini e delle imprese».

 

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here