Domani e domenica 8 ottobre scatta a Genova l’appuntamento con la “biodomenica”, la tradizionale festa del biologico organizzata da Aiab (Associazione italiana per l’agricoltura biologica) e giunta alla 18esima edizione.

L’evento si terrà nell’area al Porto Antico di Genova, nella tensostruttura di piazza delle Feste sotto l’ascensore panoramico del Bigo.

Nel corso di tutto il weekend si approfondiranno tematiche dalle quali dipendono il nostro benessere, inteso nel senso più esteso del termine: psicofisico, alimentare, ambientale.

Tra le proposte del ricco programma: ristorazione biologica, produttori locali, orientamento professionale, metodi per una agricoltura alternativa, laboratori.

«Siamo nati a Genova nel 1998 – dice Stefano Chellini, presidente di Aiab Liguria (Associazione italiana per l’agricoltura biologica) – quando la parola “biologico” era solo un aggettivo legato a un progetto di agricoltura e di alimentazione, per così dire, alternative. Oggi Biologico è un modo di lavorare, di nutrirsi, di fare economia reale, in armonia con le risorse del territorio. Una scelta matura che ha operato una vera rivoluzione culturale negli addetti ai lavori e nell’opinione pubblica. La nostra missione è contribuire alla diffusione di questi temi per costruire passo dopo passo una nuova sensibilità alimentare e ambientale».

Aiab Liguria annovera 200 associati tra coltivatori, allevatori e tecnici.

Ci sarà anche il Biodistretto della val di Vara, con i propri stand gastronomici e di esposizione per far assaporare i prodotti della valle.

«Il Biodistretto sarà presente con le proprie aziende e i loro prodotti biologici − commenta il presidente Alessandro Triantafyllidis − Carni, formaggi, miele, confetture e molto altro. Si potrà così gustare il prodotto a km zero, biologico e delle nostre aziende».

In questo fine settimana il Biodistretto sarà presente non solo a Genova: «In occasione del G7 agricolo, in corso a Bergamo fino al 15 ottobre, domenica 8 ottobre rappresenteremo la Liguria con un nostro stand in piazza», ricorda il presidente Triantafyllidis.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here