Chiusura piatta per le Borse europee al termine di una giornata che non ha offerto indicazioni rilevanti. Il Dax di Francoforte segna +0,2%, il Cac 40 di Parigi +0,1% e il Ftse 100 di Londra -0,2%. Milano positiva con Ftse Italia All-Share a 24.823,53 punti (+0,35%) e Ftse Mib a 22.476,75 punti (+0,38%). Gli operatori attendono i prossimi appuntamenti, tra i quali la diffusione dei verbali relativi all’ultima riunione del Fomc, in programma mercoledì, l’intervento di Mario Draghi a Washington di giovedì e i dati sull’inflazione di diversi Paesi a fine settimana.

A Piazza Affari exploit di Mediaset (+8,3%) in scia alle indiscrezioni del Sole 24 Ore per cui sarebbero in corso trattative con Vivendi in vista di un possibile accordo sulla vicenda Premium.Bene anche le utilities Italgas (+2,1%), Enel (+1,8%), Terna (+1,4%), A2a (+1,3%) e Snam (+1,1%). In ascesa anche Fca (+1,5%) e Ferrari (+3,5%). Sempre deboli le banche.

Sul Forex dollaro poco mosso nei confronti delle altre valute, con l’euro/dollaro a 1,174 e il dollaro/yen a 112,7. In recupero la sterlina dopo la caduta di venerdì, con il cambio sterlina/dollaro in rialzo a 1,313.

Tra le materie prime l’oro torna in area 1.281 dollari l’oncia in seguito alla rinnovata tensione tra Usa e Corea del Nord.

Per quanto riguarda il petrolio, il Wti scambia a 49,5 dollari al barile, mentre il Brent tratta a 55,6 dollari.

Sull’obbligazionario lo spread Btp-Bund si attesta a 166 punti base, con il rendimento del decennale italiano al 2,1 per cento.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.