I giovani liguri tornano a zappare la terra. Ma anche a lavorarne i prodotti: sono ben 857 le imprese giovanili nel settore agroalimentare, il 7,2% del totale, e sono cresciute del 10,4% nel giro di un anno (dati al primo semestre 2017). A dirlo sono gli ultimi dati diffusi da Unioncamere-Infocamere, secondo i quali la crescita del settore è stata uniforme su quasi tutto il territorio nazionale: nella penisola le imprese agroalimentari under 35 sono 56.618, in crescita del 6,8%, e rappresentano il 7% dell’intero comparto.

Una diffusione ancor più significativa considerando l’andamento complessivo del settore che, pur rallentando in maniera sensibile la sua riduzione rispetto agli anni passati, continua comunque a perdere qualche tassello (sono 812.834 le imprese agroalimentari totali registrate alla fine di giugno scorso, 2.481 in meno del giugno 2016).

Il Mezzogiorno è l’area in cui i giovani imprenditori agroalimentari fanno sentire maggiormente la propria presenza: più di 30 mila quelli registrati a fine giugno scorso, l’8,1% del totale delle imprese del settore. L’esercito di questi giovani che hanno investito nel settore primario e nell’industria correlata nelle regioni meridionali è aumentato in un anno dell’8,6%. Fa eccezione la Sicilia che, pur registrando il maggior numero di imprese under 35 del settore (7.100), in un anno queste sono diminuite del 2,3%.

Numeri consistenti anche in Campania (5.720) e Puglia (5.544), rispettivamente al secondo e terzo posto nella classifica nazionale. Analizzando invece il trend di crescita, la regione con l’exploit più significativo è la Sardegna (+43%), seguita dalla Basilicata (+39%) e dal Lazio (+20,9%). La nostra regione si piazza al quarto posto, con una crescita che, appunto, supera il 10%. A registrare un calo, oltre alla Sicilia, anche il Friuli-Venezia Giulia (-1%).

Infine, un’occhiata alle province: a crescere maggiormente è l’area del Ponente ligure, con Imperia in testa con un +13,7% (290 imprese agroalimentari under 35). Savona, 239 imprese giovanili, registra un +11,2%. Bene anche La Spezia, +11,3%, 138 imprese. Genova chiude con un aumento del 4,4% sulle 190 imprese registrate.

La “regina” della crescita delle aziende agroalimentare di under 35 è però Sassari: le 1.150 imprese giovanili del settore registrate a fine giugno sono oltre il 50% in più di un anno fa.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.