Nell’ambito del contratto di fornitura di quattro pattugliatori, Offshore patrol vessels, alla Guardia Costiera del Bangladesh, derivati dall’ammodernamento e conversione delle corvette della Classe “Minerva” dismesse dalla Marina Militare, Fincantieri ha consegnato oggi le ultime due unità nel cantiere di Muggiano (La Spezia).

Si tratta delle navi “Urania” e “Danaide”, rinominate “Karamuzzaman” e “Mansoor Ali”, che erano state radiate dalla flotta nazionale nel marzo 2016 e giunte poco dopo nel bacino Fincantieri di Genova, dove hanno preso avvio i lavori di conversione, completati nel cantiere integrato di Muggiano.

Insieme a “Minerva” e “Sibilla”, rinominate “Syed Nazrul” e “Tajuddin” e consegnate ad agosto 2016, queste unità costituiranno l’ossatura portante della flotta della Guardia Costiera del Bangladesh, con un prolungamento della vita operativa superiore a vent’anni. Saranno utilizzate con finalità di pattugliamento per il controllo dei traffici della Zona Economica Esclusiva e dei confini marittimi, con capacità anche di contenimento dell’inquinamento ambientale e di recupero e assistenza alle popolazioni civili in caso di emergenze umanitarie.

Questo contratto riveste per Fincantieri particolare importanza per le attività di fornitura di servizi post vendita su navi militari, in quanto consente di offrire tutta la gamma di servizi proponibili, sia per la piattaforma che per il sistema di combattimento: da quelli industriali di manutenzione, riparazione, revisione e conversione a quelli legati alla gestione del ciclo vita delle unità, attraverso sia la fornitura di servizi logistici, “Integrated Logistic Support”, tipicamente sviluppati durante la costruzione o la conversione e di supporti manutentivi di “In Service Support”, garantiti in post consegna, durante l’esercizio della nave.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here