Regione Liguria parteciperà al bando per il finanziamento di progetti a sostegno delle vittime della tratta. È quanto prevede la delibera approvata dalla giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Sanità Sonia Viale e dell’assessore alle Pari Opportunità Ilaria Cavo.

«La nostra amministrazione – spiega Viale – è da sempre attenta alle tematiche della tratta e molto attiva nel contrasto alla violenza. Ne sono la prova le iniziative organizzate per la giornata mondiale contro la violenza sulle donne, come l’esenzione del ticket sanitario e la completa e gratuita presa in carico ospedaliera per donne vittima di violenza sessuale o domestica».

Il bando è stato pubblicato dalla presidenza del consiglio dei ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità e prevede il finanziamento di progetti che assicurino tutela e prima assistenza, oltre adeguate condizioni di alloggio, vitto e assistenza sanitaria (in forma transitoria) per persone che siano state ridotte o mantenute in schiavitù o che vivano in situazioni di violenza, grave sfruttamento o in realtà in cui sussistano pericoli per la loro incolumità. Oltre a questo, è prevista successivamente la prosecuzione dell’assistenza per realizzare il programma di integrazione sociale per questi soggetti.

«È opportuno – dice Cavo – che Regione Liguria partecipi al bando in qualità di soggetto proponente, presentando una proposta a valenza regionale con il coinvolgimento, come soggetti attuatori e partner di progetto, di Anci Liguria e delle amministrazioni locali e dei soggetti del Terzo settore, che da oltre 20 anni sono attivi nel contrasto al fenomeno della tratta».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here