La giunta regionale della Liguria ha apprvato la proposta di riconoscimento del carattere di eccezionalità della grandinata che si è abbattuta, lo scorso 24 luglio, sulla provincia di Imperia, danneggiando, in particolare, le produzioni olivicole e vitivinicole di dieci Comuni: Aurigo, Borgomaro, Cesio, Caravonica, Chiusanico, Lucinasco, Chiusavecchia, Prelà, Pieve di Teco e Pornassio.

«Il provvedimento – spiega l’assessore all’Agricoltura Stefano Mai – va incontro a una precisa istanza delle aziende agricole. Subito dopo l’evento calamitoso, attraverso gli ispettorati agrari regionali, abbiamo provveduto alla verifica dei danni che ammonta al 30% della produzione, una percentuale questa che ci consente di inoltrare richiesta danni al ministero delle Politiche agricole. Auspichiamo pertanto che il ministero riconosca lo stato di eccezionalità della grandinata in modo che le nostre imprese possano poi presentare domanda di risarcimento».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here