Sempre meno imprese liguri stanno portando i libri in tribunale. Secondo gli ultimi dati Infocamere-Unioncamere, in Liguria nel secondo trimestre dell’anno sono state aperte 62 procedure di fallimento, contro le 73 dello stesso periodo del 2016. Il calo è del 15,1%, in linea con il resto d’Italia (-15%), ma leggermente più marcato rispetto alla media del Nord Ovest (-14,7%). Nella nostra regione il tasso di fallimento (numero di procedure fallimentari aperte ogni 1.000 imprese registrate) è 0,38, contro lo 0,49 medio del Paese.

Guardando il panorama nazionale, tra aprile e giugno sono fallite 3.008 imprese, contro le 3.537 del corrispondente periodo del 2016. La riduzione del flusso di nuovi fallimenti è stata più consistente in termini percentuali nel Nord Est (-16,8% rispetto al secondo trimestre 2016) e nel Mezzogiorno (-16,5%).

A livello settoriale, il calo di procedure fallimentari interessa in particolare le costruzioni (-24,8% rispetto al secondo trimestre 2016), il trasporto e magazzinaggio (-21,1%), le attività manifatturiere (-16,9%) e il commercio all’ingrosso e al dettaglio (-12,9%).

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here