Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil Genova, hanno annunciato per domani, mercoledì 2 agosto, uno sciopero con presidio a partire dalle 8 davanti alla sede Ericsson degli Erzelli.

“Quando si parla della vertenza Ericsson – si legge in una nota congiunta – oltre a pensare al dramma che vivono direttamente i lavoratori coinvolti dalla procedura di licenziamento e le loro famiglie, non si può non pensare al fatto che Ericsson è la prima azienda insediatasi nel 2012 a Erzelli dopo un Accordo di programma che prevedeva un escalation nel settore della ricerca e sviluppo per l’azienda, nonché l’occasione per trasformare il sito del Ponente genovese in un polo tecnologico di livello mondiale. Invece la multinazionale ha inanellato una inesorabile sequenza di licenziamenti collettivi e siamo ancora distanti dal realizzare le aspettative nei confronti del sito“.

I sindacati sostengono che Erzelli sia un progetto ambizioso e fondamentale per l’intera città, ma che non riesce a decollare. “Per questo – scrivono – sarebbe ancor più importante che le istituzioni locali riuscissero a trovare una soluzione per questi lavoratori. Sarebbe un segnale forte di speranza per una città ancora oggi colpita da una crisi fortissima”.

La protesta comincerà alle 8 davanti alla sede Ericsson degli Erzelli. Nella stessa giornata inoltre riprende, alle 18 in Regione, il tavolo territoriale con Regione Liguria, Comune di Genova, Confindustria e organizzazioni sindacali.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here