Apertura in calo per la Borsa di Milano: il Ftse Mib ha segnato un -0,59% a 21.917 punti. Saipem è il titolo in maggior rialzo del listino principale: +0,82%, giù Stmicroelectronics (-1,42%) e Banco Bpm (-1,19%).

Apertura sotto il segno meno anche per le principali piazze europee. Maglia nera a Francoforte, con il Dax a -0,82%, male anche Parigi: -0,71%. A Londra il Ftse 100 -0,5%.

Nei mercati asiatici si sono registrati ribassi, con gli investitori che risentono delle tensioni tra l’amministrazione Usa di Donald Trump e la Corea del Nord.
La crescente tensione geopolitica sulla penisola coreana ha
portato in negativo l’indice Nikkei (-1,29%).

Tra i principali eventi macroeconomici di oggi i dati Usa sulle scorte di greggio.

L’impegno a rispettare i tagli della produzione da parte dei paesi Opec e non Opec non convince i mercati e le quotazioni del petrolio sono in ribasso sui mercati asiatici. Il Wti cede 21 cent a 48,96 dollari al barile, il Brent 26 cent a 51,88 dollari al barile.

Nei cambi l’euro resta sotto 1,18 dollari in avvio, scambiata a 1,1756. Rispetto allo yen, l’euro scambia a 129,3.

Apertura in lieve rialzo per lo spread tra Btp e Bund a 154 punti base; il rendimento del decennale è al 2%.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here