Passerà a 75 unità (escluso il segretario generale) la dotazione di personale dell’Autorità di Sistema del Mar Ligure Orientale. L’approvazione della nuova pianta organica è stata approvata in questi giorni dal ministero delle Infrastrutture e dei trasporti.

La nuova configurazione prevede cinque dirigenti, sette quadri A, 10 quadri B, 16 impiegati al primo livello, 23 impiegati al secondo livello, 12 impiegati al terzo livello, e due impiegati al quarto livello.

«Con questa dotazione organica – dice il presidente Carla Roncallo – l’Ente ha compiuto un ulteriore passo in avanti verso la completa integrazione tra i due porti della Spezia e Carrara».

Il segretario generale Francesco Di Sarcina aggiunge: «Il nuovo assetto della pianta organica, che traguarderà i prossimi sei/otto anni, consentirà una maggiore razionalizzazione oltre a un adeguamento qualitativo e quantitativo che rispecchia le nuove necessità della struttura. La nuova organizzazione andrà a regime parallelamente alle esigenze dell’AdSP che via via si manifesteranno».

Una delle linee guida del processo che ha portato al rinnovamento della pianta organica è la valorizzazione delle risorse e delle professionalità esistenti, nonché il riconoscimento delle effettive competenze.

Il costo complessivo della struttura generale subirà inoltre un notevole decremento, in linea con quanto auspicato dal ministero competente.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here