Termineranno entro il 31 dicembre 2019 i lavori per realizzare il nuovo depuratore nell’area ex Viacava, in località Ronco. Lo ha comunicato questa mattina Roberto Paterlini, direttore di cantiere, nel corso del sopralluogo a cui hanno preso parte il sindaco di Rapallo, Carlo Bagnasco, il vicesindaco Pier Giorgio Brigati, il presidente del consiglio comunale Mentore Campodonico e l’assessore ai Lavori Pubblici e al Depuratore Arduino Maini.

Durante l’incontro, Paterlini ha illustrato ai presenti lo stato di avanzamento dei lavori, che seguiranno tre step: il primo, in corso, prevede l’ultimazione delle operazioni di sbancamento entro febbraio 2018; entro febbraio 2019 saranno invece completate le operazioni strutturali, mentre il 31 dicembre 2019 è previsto il termine per la realizzazione degli impianti.

Sui versanti saranno realizzate paratie per il contenimento del terreno circostante con salti di un metro e mezzo di quota. Dalla strada sarà visibile unicamente l’edificio che ospiterà uffici, laboratori e vani di servizio. L’impianto a membrane (di ultima generazione e dimensionato per 90 mila abitanti equivalenti, ossia la popolazione che Rapallo e Zoagli raggiungono nei periodi di massima affluenza) resta pertanto per la maggior parte interrato, al di sopra sorgerà un parco pubblico, le tecnologie di ultima generazione non prevedono esalazione di cattivi odori.

I lavori – come sottolineato dal direttore di cantiere – stanno rispettando le tempistiche e non sono stati riscontrati, a livello geologico, problematiche di sorta. 

«È stato importante constatare che le tempistiche verranno rispettate – sottolinea Maini – Nel mentre, con Iren, che ha affidato l’appalto per la realizzazione dei lavori al consorzio Integra di Rapallo, stiamo definendo il collegamento delle tubazioni con il nuovo depuratore, intervento rilevante che porterà migliorie alla rete fognaria».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here