Teoria appresa nel corso di un master e riflessione sulla propria esperienza quotidiana sono le leve che hanno portato Simon Botto, 43 anni, genovese, ceo di DayBreakHotels.com, a inventare un nuovo settore di mercato, quello delle camere e dei servizi d’albergo da vendere nelle ore diurne.

La parte teorica è la strategia di marketing appresa dal professor Chang W. Kim al prestigioso Insead di Parigi e Singapore, cercare spazio in settori di mercato nuovi, nei “blue ocean” e non nei “red ocean”, insanguinati dalla competizione. Ma Botto ci ha messo molto del suo, dimostrando che un approccio originale può produrre innovazione anche in un settore maturo.

«Sono pallanuotista – dichiara Botto a BizJournal Liguria – ho giocato in Pro Recco, Florentia, Bologna, Roma, Bogliasco e Nervi, e avvocato. Come giocatore ho passato tante giornate negli alberghi. Alberghi spesso semivuoti perché le camere venivamo occupate la sera. Noi invece arrivavamo al mattino: la pallanuoto si gioca di solito il sabato pomeriggio alle cinque e in trasferta non si arriva all’ultimo momento, si arriva la mattina in albergo e lì ci si prepara alla partita. Le camere non soltanto sono utilizzate in genere solo la notte, la maggior parte dei clienti arriva dalle 18 in poi e riparte la mattina, ma in media viene occupato soltanto il 65% dello stock complessivo. D’altra parte come avvocato d’affari di un importante studio internazionale ho passato spesso la notte in alberghi lussuosi. Alberghi a quattro o cinque stelle che la maggior parte dei turisti non si può permettere a cifra piena. E ho avuto l’idea: lanciare DayBreakHotels.com, il primo portale italiano che consente di prenotare, per le ore diurne, camere e servizi dei migliori alberghi della penisola a prezzi scontati del 50-70%. Una piattaforma che mette a disposizione camere, in genere disponibili per 6-8 ore e anche ristoranti, spa, piscine e sale meeting».

Ma chi vuole una camera d’albergo senza poterci dormire la notte?

«Ci sono diverse fasce di clientela. C’è quella business, di chi arriva in una città per incontri di lavoro. Una volta la soluzione più comune era affittare un ufficio in un business center. Con DayBreakHotels si può prenotare, per esempio, dalle 10 alle 18 una camera in un albergo a quattro stelle per una sessantina di euro, o per poco più in un cinque stelle, avere la possibilità di riposare e fare una doccia e ricevere gli ospiti in una sala o al ristorante di un albergo di prestigio. Una scelta comoda, a poco prezzo e d’immagine. Chi va a vedere una partita di calcio in trasferta, in programma per la sera, può visitare la città avendo un punto d’appoggio comodo. Persone di una certa età oppure in viaggio con dei bambini apprezzano questa possibilità. Pensiamo anche a chi torna dalle vacanze, per esempio, qui in Liguria, in una località della riviera. Ha l’aereo in serata, arriva a Genova al mattino, visita la città avendo a disposizione per riposare camera e servizi di un buon albergo. È bello anche fare una sorpresa romantica da vivere insieme al proprio compagno o compagna. Le possibilità sono molte e gli sconti del 50-70% rendono il servizio accessibile a una fascia di pubblico larga».

L’innovazione portata da DayBreakHotels.com è vantaggiosa anche per gli hotel, che trovano accesso al nuovo mercato dell’hotellerie diurna, caratterizzato da un bassissimo livello di concorrenza (blue ocean anche per gli albergatori!) a differenza di quello notturno dove la concorrenza è elevatissima. L’hotel ottiene linee di ricavi completamente nuove, derivanti, da un lato, dalla vendita della stessa camera per due volte nell’arco della medesima giornata e, dall’altro, dalla vendita dei servizi (bar, ristorante, business center) ai clienti diurni che trascorrono varie ore in hotel durante il giorno; attrae nuovi clienti lontani dal mercato alberghiero, beneficia, per la prima volta, di un canale di distribuzione online dedicato non solo alle camere ma a tutti i servizi dell’hotel, e incrementa le vendite delle camere per la notte, visto che i clienti diurni sono anche potenziali clienti notturni o, comunque, buoni testimonial.

DayBreakHotels.com guadagna ricevendo una percentuale sulle prenotazioni. Aveva iniziato due anni fa con un centinaio di alberghi associati, ora ne ha circa 3.000, e le richieste sono in aumento continuo. Anche all’estero: la maggior parte delle prenotazioni riguarda ancora l’Italia ma sono già importanti i mercati dell’UK,della Francia e della Spagna e la piattaforma si sta diffondendo in Usa, Cile, Argentina, Russia, Germania ed Emirati Arabi. In Liguria ha aderito a un centinaio di alberghi.

L’idea di DayBreakHotels, sviluppata da Botto con Flavio del Greco, Lorenzo Stabile e Michele Spadone, ha ricevuto il Premio per l’innovazione nel turismo dalla presidenza della Repubblica.

Usufruire del servizio offerto da DayBreakHotels.com è molto semplice: il cliente prenota direttamente tramite la piattaforma web, l’app o il call center di DayBrekHotels senza contattare l’hotel, non serve carta di credito e la cancellazione è gratis fino all’ultimo momento. Il cliente prenota direttamente tramite la piattaforma, senza contattare l’hotel, non serve carta di credito e la cancellazione è gratis fino all’ultimo momento.

DayBreakHotels ha sede a Milano e a Roma, presto aprirà a Londra.   È  partner di Trenitalia, di Mastercard, tramite il programma PricelessCities, di Meridiana, di Deliveroo.

Link al sito:

https://www.daybreakhotels.com/IT/it-IT

https://www.daybreakhotels.com/IT/it-IT/Genova-day-use-hotels

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here