Avvio leggermente negativo per la Borsa di Milano: il primo indice Ftse Mib segna una perdita dello 0,11%, tra i titoli in maggiore ribasso Campari e Mediaset (-1,5%).
Debole anche Tenaris (-1,2%). Fuori dal listino principale Banca Carige – segnala l’Ansa – è sempre molto volatile: sono già un milione le azioni passate di mano in circa 15 minuti di contrattazioni.

Primi scambi in lievissimo calo per i mercati finanziari europei: l’avvio di Londra è negativo per lo 0,1%, Parigi perde lo 0,05%, Francoforte lo 0,04%.

Nei mercati asiatici la Borsa di Tokyo ha concluso ribasso, in scia alla contrazione degli indici azionari statunitensi e l’aumento dei rendimenti dei bond decennali. Il Nikkei ha ceduto lo 0,32%.

Quotazioni del petrolio ancora in calo in scia all’aumento della produzione in Usa.
Sul mercato after hours di New York, il greggio Wti con scadenza ad agosto cede 88 centesimi a 44,94 dollari al barile; il Brent perde 87 centesimi a 47,24 dollari.

Nei cambi euro poco mosso sul dollaro in avvio di giornata dopo i rialzi della vigilia: alle prime battute sui mercati internazionali la moneta unica passa di mano a 1,1416 dollari (1,1420 ieri dopo la chiusura di Wall street). La moneta unica europea si apprezza invece sullo yen a quota 129.

Partenza in rialzo per lo spread fra Btp e Bund tedesco. Il differenziale segna 172 punti contro i 169 della chiusura di ieri. Il rendimento del titolo decennale italiano sale al 2,28%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here