La Liguria ha il primato italiano per percentuale di assegni al nucleo familiare da parte dell’Inps (Anf), che spettano a lavoratori dipendenti del settore privato i cui nuclei familiari siano composti da più persone e che abbiano redditi inferiori a quelli determinati ogni anno dalla legge o figli inabili.

Clicca per ingrandire

Sono 58.714 (cresciuti rispetto ai 58.412 del 2015), il 18,4% del totale italiano, una percentuale che rappresenta il primato tra le regioni.

Il dato è stato pubblicato nel rapporto annuale dell’Inps, 304 pagine in cui si può capire come sta la Liguria dal punto di vista lavorativo.

L’Anf spetta ai lavoratori dipendenti del settore privato, ai lavoratori dipendenti agricoli, ai lavoratori domestici, ai lavoratori iscritti alla gestione separata, ai titolari di pensioni (a carico del fondo pensioni lavoratori dipendenti, fondi speciali ed Enpals), ai titolari di prestazioni previdenziali e ai lavoratori in altre situazioni di pagamento diretto.

Qui si possono scaricare i nuovi importi per calcolare quanto spettante (gli assegni familiari, secondo le stesse regole su calcolo e importo, possono essere richieste anche dalle famiglie unite secondo il rito dell’unione civile ai sensi dell’equiparazione ai diritti dei coniugi introdotta con la Legge Cirinnà): Allegato circolare Inps

 

Il resto del “quadro” descritto da Inps vede in Liguria un aumento dei dipendenti nel settore privato extra agricolo: da 367.678 a 373.960 (+1,7%), 244 le giornate retribuite pro capite rispetto alle 241 del 2015 (+1,1%). Di questi il 43,3% sono donne, quelli nati in Paesi extra Ue il 13,2%, gli under 30 18,4%. Lavorano full time il 64,4% di questo totale e il 76,1% sono a tempo indeterminato. La retribuzione giornaliera è di 90 euro (un dato piuttosto alto, che vale il sesto posto in Italia), 21.862 euro la retribuzione annua.

Aumentati anche i licenziamenti: 14.566 nel 2016 contro i 14.171 del 2015, raggiungendo un tasso di licenziamento del 5,1%.

Crollata la cassa integrazione: dai 27.356 beneficiari del 2014 si è arrivati ai 13.303 del 2016.

Per quanto riguarda le indennità mensili di disoccupazione (Aspi, MiniAspi e Naspi), il 2016 ha visto un leggero calo delle prestazioni: da 44.819 si è scesi a 43.967.

La sanatoria che ha consentito di regolarizzare i lavoratori in Liguria ha coinvolto 4.255 persone, pari al 2% del totale italiano.

I dipendenti pubblici (gestione ex Inpdap) sono 101.661, la retribuzione giornaliera è di 111 euro, quella annua 32.543 euro. 294 le giornate retribuite pro capite. Anche in questo caso i dati sono sopra la media nazionale e valgono il quarto posto in Italia per retribuzione giornaliera.

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here