Chiudono positive le Borse europee, nonostante il fatto che in Gran Bretagna le elezioni abbiano prodotto una situazione di stallo, il cosiddetto “hung parliament”, perché la premier Theresa May ha vinto ma senza conquistare la maggioranza assoluta. A Londra l’indice Ftse 100 guadagna l’1,04% a 7.527,33 punti, a Parigi il Cac 40 lo 0,67% a 5.299,71 punti, a Francoforte il Dax lo 0,80% a 12.815,72 punti. Bene anche Milano, con Ftse Italia All-Share a 23.368,39 (+0,29%) e Ftse Mib a 21.122,42 (+0,38%).

A Piazza Affari brilla Ubi Banca con +3,53% in vista dell’inizio dell’aumento di capitale da 400 milioni di euro che inizierà lunedì. Tra gli altri finanziari, Unicredit +0,62%, Mediobanca +0,94%, Intesa Sanpaolo +0,62%, Bper -0,32%, Generali +0,72%, Unipolsai -0,65%. Bene anche Carige con +1,51%. In rialzo anche Tenaris (+1,9%), Poste Italiane (+1,5%) e Banca Generali (+1,3%).

Contrastati i principali energetici (Enel -0,89%, Eni +0,07%).

Telecom -0,72%, Mediaset +0,35%. Per quanto riguarda gli industriali, Fca a +0,94%, Leonardo +0,75%.

Sul Forex la sterlina resta debole rispetto a dollaro (GBP/USD a 1,274) ed euro (EUR/GBP a 0,878) a seguito dell’esito del voto in Gran Bretagna. Il dollaro recupera terreno sia rispetto alla moneta unica (EUR/USD a 1,119) sia sullo yen (USD/JPY a 110,6), non condizionato dalle accuse mosse dall’ex capo dell’Fbi James Comey nei confronti di Trump nel corso della sua audizione di ieri al Senato.

Sull’obbligazionario, in attesa della revisione del giudizio sul merito creditizio italiano da parte di Moody’s, il rendimento del Btp scende ancora di circa 8 basis point al 2,08%, riportando il differenziale con il Bund in area 182 punti base. A sostenere gli acquisti probabilmente è lo stop subito dalla legge elettorale che ha allontanato l’ipotesi di elezioni anticipate in autunno, oltre alla conferma della politica monetaria della Bce nella riunione di ieri.

Tra le materie prime recupero parziale del petrolio con Brent e Wti rispettivamente a quota 48,3 e a 46 dollari al barile.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here