Sono 263 le domande di accesso al credito agevolato attraverso Artigiancassa inviate nei primi 5 mesi del 2017, circa il quadruplo rispetto allo stesso periodo del 2016 quando erano state 58.

«I numeri − commenta l’assessore regionale allo Sviluppo economico e all’Artigianato Edoardo Rixi − ci dicono che siamo andati incontro alle esigenze reali delle nostre imprese artigiane, che rappresentano un terzo del tessuto produttivo della nostra regione e che vogliamo sostenere con ogni mezzo a nostra disposizione. Inoltre, grazie ai requisiti di base che abbiamo inserito per l’accesso al credito agevolato, abbiamo stimolato gli investimenti da parte delle imprese che producono eccellenze e quelle attive nell’entroterra, dove rappresentano un baluardo prezioso contro lo spopolamento, un presidio per la valorizzazione e l’attrattività del territorio, anche dal punto di vista turistico. Le opportunità favorevoli delle condizioni di accesso al credito hanno stimolato ben 152 aziende a richiedere il certificato “Artigiani In Liguria”: un doppio effetto positivo che si è quindi tradotto non solo in un’iniezione di liquidità per le nostre imprese artigiane, ma anche in una molla per le produzioni di qualità».

Le nuove agevolazioni varate nel 2016 da Regione Liguria, attraverso Artigiancassa, rivolte alle imprese artigiane, si sono concretizzate in 7,9 milioni di euro di finanziamenti agevolati, con la riduzione del costo degli interessi e della garanzia grazie a un contributo regionale di circa 462 euro: ogni euro di contributo ha consentito quindi l’attivazione di 17 euro di finanziamenti generando un effetto moltiplicatore. Inoltre, il contributo in conto capitale è stato concesso a 53 imprese in 125 Comuni dell’entroterra e a 20 imprese in possesso del marchio di eccellenza “Artigiani in Liguria”, generando investimenti per 1,7 milioni di euro.

«Un intervento a misura di microimpresa e una forte azione capillare di contatto e assistenza da noi svolta: ecco gli elementi di successo della misura. Un bel segnale che ci consente di tornare a guardare in modo positivo al futuro del nostro tessuto produttivo», ha commentato Luca Costi, segretario regionale di Confartigianato Liguria, in occasione della presentazione dei dati.

I finanziamenti agevolati possono essere erogati da tutte le banche liguri e le garanzie possono essere rilasciate da tutti i Confidi della Liguria. Il sistema determina una positiva forma di concorrenza tra banche e Confidi che consente alle imprese artigiane liguri di ottenere finanziamenti a un costo totale anche inferiore all’1%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.