Sono tre i progetti che hanno vinto “Partecipa digitale”, concorso per idee civiche in chiave digitale da presentare e discutere pubblicamente su piattaforma online organizzato da Open Genova e patrocinato da Regione Liguria. Si spartiranno i 3 mila euro di montepremi, ma ci sono belle novità anche per chi non è stato premiato.

Info Lanterna con beacon: il progetto prevede di dotare l’area della Lanterna di un sistema di comunicazione con i visitatori tramite pagine web dedicate (per approfondimenti sull’area monumentale, per la segnalazione di eventi, ecc.), sfruttando sia la rete di beacon che la rete wi-fi già presenti. Finanziamento richiesto 1.080 euro, assegnati 1.100 euro.

Web app – Bimbi a basso impatto: progetto di sharing economy applicato ai beni di consumo per bambini. Uno strumento agile ed immediato per lo scambio di oggetti e vestiario per l’infanzia, intende promuovere e avviare azioni concrete sul territorio per diffondere tra i neo genitori una “cultura sostenibile” nelle scelte quotidiane a partire dall’attesa di un bambino. Finanziamento richiesto 2.000 euro, assegnati 1.500 euro + network di supporto per la realizzazione.

Charge The City | Carichiamo i nostri smartphone: acquisto dei componenti e realizzazione di torrette di ricarica per cellulari. Finanziamento richiesto 176,45 euro (per 1 prototipo torretta), assegnati 400 euro + network di supporto per la realizzazione.

I numeri della piattaforma online

21 progetti condivisi
230 contributi
69 utenti registrati
90 giorni di tempo
3 eventi sul territorio
3.000 euro in palio

Dopo aver assegnato i 3.000 euro del premio in palio la giuria ha scelto di assegnare i 1.300 euro del premio speciale under 30 ai ragazzi del Don Bosco con il progetto web Orientamento scolastico online: uno strumento utile alle famiglie e ai ragazzi di età compresa tra 14 e i 18 anni per orientarsi nella scelta formativa attraverso un orientamento on line focalizzato sui gusti, attitudini, esigenze e zona di abitazione del ragazzo. Nel corso dell’evento a cui era presente anche un rappresentante del progetto Scuola Digitale di Liguria Digitale è emerso che alcuni spunti dell’idea proposta meritano di essere approfonditi ed è quello che Open Genova farà con gli studenti ed altri attori coinvolti nella tematica.

La giuria composta da

Alberto Clavarino, Netalia
Massimiliano Margarone, SPX Lab
Riccardo Prosperi, Talent Garden
Ugo Galassi, ETT
Tiziano Cossu, Gter
Marina Ribaudo, Università di Genova
Raffaello Giannelli, Open Genova
Silvia Barbero, Open Genova
Enrico Alletto, Open Genova

Inoltre Netalia ha scelto di assegnare il suo premio speciale al progetto Genova 2050 presentato dall’ordine degli architetti di Genova e che si propone di mappare i vuoti urbani della città. Per questo progetto l’azienda ha deciso di mettere a disposizione gratuitamente lo spazio di hosting per le esigenze tecnologiche dell’iniziativa, mentre Massimiliano Margarone di SPX Lab ha proposto una sinergia sullo stesso progetto tra Ordine degli Architetti ed Ordine degli Ingegneri. Anche Gter fa sapere che ha trovato interessanti diversi progetti e ne contatterà alcuni nelle prossime settimane per offrire supporto e verificare la possibilità di ulteriori collaborazioni.

La seconda fase prevede il monitoraggio dei progetti.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.