La variante del piano territoriale di coordinamento paesistico arriverà in consiglio comunale di Ospedaletti entro metà giugno, poi ci sarà il necessario passaggio in Regione, quindi la gara europea per individuare i soggetti che dovranno terminare il porto. Ad annunciarlo è Paolo Blancardi, sindaco di Ospedaletti, a ormai dieci anni dall’avvio dei lavori e a quattro dalla sentenza del Consiglio di Stato che aveva annullato tutti gli atti che sottindevano il cantiere ormai incompiuto di “Baia Verde” (affidato allora a Fin.Im e Impresa Rosso).

Tratto di costa da Ospedaletti a Sanremo

«La pratica sarà discussa la prossima settimana in Regione coi funzionari, poi in commissione urbanistica – dice Blancardi – i volumi a terra saranno ridotti a non più di 30 mila metri cubi su un’area di 10 mila metri quadrati». Previste strutture ricettive, commerciali, di servizio al porto e una piccola quota di residenziale. Altezze non superiori all’ex sedime ferroviario, dove dovrà essere completata la pista ciclabile.

A mare si prevede una riduzione del bacino, limitato all’area di ponente (48 mila metri), mentre i due moli di sopra e sottoflutto saranno modificati secondo il futuro progetto e dopo un adeguato studio meteomarino.

Intanto una cordata franco-monegasca guidata da Althaus Luxury Yachting ha manifestato il proprio interesse al Comune chiedendo di essere tenuta informata sull’iter del nuovo bando.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here