Avere la situazione sotto controllo sempre, per capire a che punto si è con gli interventi di manutenzione, con la disponibilità di alloggi e lo stato degli inquilini morosi.

Liguria Digitale si occuperà di mettere a punto una piattaforma digitale per l’anagrafe completa del patrimonio di Arte Liguria e degli assegnatari.

La giunta regionale ha deliberato su proposta di Marco Scajola, assessore alle politiche abitative.

Si chiama “Easy Home” e verrà messa in pratica grazie a uno stanziamento di 350 mila euro di risorse provenienti da fondi Por Fesr 2014-2020. La piattaforma digitale sarà accessibile alla Regione Liguria, ma anche ai Comuni e agli assegnatari degli alloggi attraverso accessi personalizzati, per consentire di avere sotto controllo la situazione degli alloggi pubblici e programmare per tempo gli interventi in maniera omogenea su tutto il territorio regionale.

Fino a oggi ogni Arte aveva un sistema informativo obsoleto e separato, privo di dati centralizzati. «L’obiettivo – spiega Scajola – è quello di mettere a punto un sistema uniforme e unitario, con un unico software che possa servire al coordinamento e alla pianificazione delle politiche abitative pubbliche regionali attraverso il monitoraggio delle dinamiche immobiliari».

Per Scajola si tratta di «un ulteriore tassello di quella riforma che stiamo mettendo in atto di un’azienda strategica che si occupa di trovare alloggi per le persone più fragili della nostra società. Con questa piattaforma sarà garantita anche una maggiore trasparenza e facilità di accesso ai dati a sostegno della missione di Arte».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here