Ansaldo Sts non distribuirà dividendo e di conseguenza l’intero ammontare dell’utile d’esercizio, pari a 145.857.237,53 euro, è stato rinviato a nuovo. L’assemblea dei soci oggi si è divisa ancora una volta confermando la spaccatura fra l’azionista di controllo Hitachi rail (50,77%) e i fondi che detengono il 49% del capitale. I soci erano chiamati a votare la proposta del fondo Litespeed (3,766% del capitale), sostenuta dagli altri fondi, che prevedeva la distribuzione di un maxidividendo di 1 euro, contro la proposta formulata invece dal cda di Ansaldo Sts di una cedola di 0,18 euro per azione.

Alla fine l’assemblea ha approvato il bilancio 2016 e ha deciso di non assegnare alcun dividendo.

Durante l’assemblea degli azionisti è stata proposta da Elliott International LP. e The Liverpool Limited Partnership un’azione di responsabilità nei confronti di alcuni consiglieri, ai sensi dell’articolo 2393 del codice civile. Tale azione è stata respinta dall’Assemblea.

Nel bilancio di esercizio al 31 dicembre 2016 il portafoglio ordini è pari a 6.488,4 milioni di euro rispetto a 6.410,4 milioni di euro dello stesso periodo dell’esercizio precedente (+1,2%). Nel 2016 gli ordini acquisiti ammontano a 1.475,8 milioni di euro, rispetto a 1.336,0 milioni di euro nel 2015 (+10,5%). I ricavi sono stati pari a 1.327,4 milioni di euro, rispetto al valore dell’anno precedente pari a 1.383,8 milioni di euro (-4,1%). Il risultato operativo (ebit ) è stato pari a 126,8 milioni di euro, rispetto al dato del 2015 pari a 135,8 milioni di euro (-6,6%). La redditività operativa (ros) si è attestata al 9,6%, rispetto al 9,8% dell’esercizio precedente. L’utile netto è stato pari a 77,9 milioni di euro, rispetto ai 93,0 milioni di euro consuntivati nel 2015 (-16,3%). La posizione finanziaria netta (surplus di cassa) al 31 dicembre 2016 è pari a (338,0) milioni di euro in linea con i (338,7) milioni di euro consuntivati nel 2015.

L’assemblea degli azionisti ha approvato per quanto di propria competenza la relazione sulla remunerazione di cui all’art. 123-ter, comma 6, del D.Lgs. n. 58/98, contenente l’illustrazione della politica della società in materia di remunerazione degli organi di amministrazione, del direttore generale e dei dirigenti con responsabilità strategiche, nonché delle procedure utilizzate per l’adozione e l’attuazione di tale politica.

L’assemblea ha altresì nominato il collegio sindacale che rimarrà in carica fino all’assemblea che sarà chiamata ad approvare il bilancio dell’esercizio 2019. Sono stati nominati, quali sindaci effettivi, Giovanni Naccarato, Alessandra Stabilini, Antonio Zecca, quali sindaci supplenti, Alessandro Speranza, Valeria Galardi e Cristiano Proserpio. Giovanni Naccarato, Alessandra Stabilini, Alessandro Speranza e Valeria Galardi sono stati tratti dalla lista presentata dall’azionista di maggioranza Hitachi Rail Italy Investments S.r.l., mentre Antonio Zecca e Cristiano Proserpio sono stati tratti dalla lista presentata congiuntamente dagli azionisti di minoranza Elliott International L.P. e The Liverpool Limited. Il presidente del collegio sindacale, ai sensi della normativa vigente, è Antonio Zecca. Il curriculum vitae dei sindaci è disponibile sul sito internet della società www.ansaldo-sts.com.

L’assemblea ha inoltre autorizzato l’acquisto e la disposizione di azioni proprie, nel rispetto della normativa vigente e delle prassi di mercato ammesse riconosciute dalla Consob, a servizio dei piani di incentivazione azionaria approvati dalla Società. L’autorizzazione all’acquisto di azioni proprie è stata concessa per un periodo di 18 mesi a far data dalla delibera assembleare di autorizzazione. L’autorizzazione alla disposizione è stata invece attribuita senza limiti temporali. Gli acquisti potranno essere effettuati in una o più volte sino al massimo di n. 300.000 azioni ordinarie, corrispondenti allo 0,15% del capitale sociale. Pertanto, tenuto conto dell’odierna quotazione del titolo Ansaldo STS presso la Borsa di Milano, il potenziale esborso massimo di acquisto per l’operazione è stimato in circa 3.750.000 di Euro.

L’assemblea ha approvato la proposta di un nuovo piano triennale d’incentivazione azionaria 2017 – 2019 (Stock Grant Plan – SGP 2017 – 2019), sostanzialmente in linea con i piani adottati dalla società negli anni precedenti, che prevede l’assegnazione gratuita di azioni Ansaldo Sts all’amministratore delegato e direttore generale della società, ai dirigenti con responsabilità strategiche e ad altri dirigenti considerati risorse chiave di Ansaldo Sts spa. e/o di società del gruppo.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here