Villa del Principe (Genova): apre l’appartamento della principessa

Il Trust Floridi Doria Pamphilj apre spazi prima riservati solo alla famiglia e ha in serbo altri progetti per condividere con il pubblico ambienti ricchi di storia e arte

Una stanza tutta blu e una verde, sono le camere da letto dell’appartamento della principessa a Villa del Principe di Genova, che da oggi sono aperte alle visite. Un’iniziativa del Trust Floridi Doria Pamphilj, con l’obiettivo di valorizzare ancora di più quello che è a tutti gli effetti un patrimonio privato ancora vissuto dalla stessa famiglia, soprattutto d’estate.

Tour guidati, con la possibilità di vedere gioielli, arredi, tendaggi e velluti preziosi. Inaugurata anche la mostra Memorie #Estasi, occasione per presentare il premio annuale per l’arte contemporanea promosso dal Trust stesso, visitabile a partire da sabato 8 aprile a domenica 28 maggio. Supportata da un percorso multimediale e interattivo che approfondisce il forte legame delle Famiglie Doria e Grimaldi realizzato da Ett, industria digitale e creativa genovese, con il contributo di Compagnia di San Paolo.

Il progetto prevede quindi la costruzione di un itinerario e percorso turistico nei comuni un tempo appartenuti alla famiglia Doria – Dolceacqua, Finale Ligure, Genova e Torriglia; l’organizzazione di eventi e visite guidate a Villa del Principe, grazie alla riapertura di alcuni spazi un tempo riservati solo alla famiglia.

«Il nostro investimento all’insegna della valorizzazione dei beni di famiglia nasce con l’obiettivo di dare nuova vita turistica e culturale al territorio ligure, grazie all’installazione di pannelli multimediali e all’organizzazione di eventi quali mostre, vernissage e concerti, in grado di attirare non solo il pubblico locale, ma di più ampio respiro, e di coinvolgere anche i più giovani» affermano Donna Gesine Pogson Doria Pamphilj e Don Massimiliano Floridi, disponenti del Trust Floridi Doria Pamphilj. Il tema del bando della prima edizione per il 2018 è Memorie#Confronti. (segue dopo la fotogallery)

La mostra è dedicata al tema dell’amore ascetico e caritatevole e include l’inedita installazione in acciaio e pietra “Memorie: main memory, by heart, par coeur“, dell’artista contemporanea Paola Romoli Venturi, ed affianca una selezione di dipinti iconografici, tra cui la replica artigianale del polittico di Santa Devota di Ludovico Brea: l’originale è custodito ed è di proprietà della chiesa parrocchiale di Sant’Antonio Abate a Dolceacqua, inoltre è anche simbolo del forte legame della Famiglia Doria di Dolceacqua con la Famiglia Grimaldi. Proprio in virtù di questo legame, la Cappella sita all’interno di Villa del Principe, sarà con l’occasione dedicata anche a Santa Devota. L’opera che ritrae la Santa, commissionata a Ludovico Brea nel 1513 e realizzata nel 1517, fu voluta da Francesca Grimaldi di Monaco, sposa nel 1491 di Luca Doria di Dolceacqua, come segno di pace e testimonianza del sodalizio tra le due famiglie rivali.

Il Trust

Fondato nel 2013 per iniziativa della Principessa Gesine Pogson Doria Pamphilj e del marito don Massimiliano Floridi, il Trust Floridi Doria Pamphilj si propone di salvaguardare e promuovere i beni storici della famiglia e di valorizzare i luoghi un tempo appartenuti a essa, tramandando al pubblico il patrimonio di storia, arte e cultura familiare. Il Trust aspira a consolidare e indagare i valori culturali e spirituali che nel tempo le tre famiglie hanno raccolto, condividendoli in un’ottica positiva e pragmatica.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here