L’impresa Piemmedue srl che ha rilevato l’ex Tribunale di Sanremo potrà finalmente entrarne in possesso e iniziare i lavori per trasformare la struttura in Rsa per anziani. Un’operazione attesa ormai da oltre un anno, quando si era perfezionata la vendita del complesso da parte del Comune (circa 8 milioni di euro) ma il trasferimento degli archivi giudiziari aveva impedito finora l’avvio dei lavori.

L’imponente edificio, in zona privilegiata di fronte all’approdo turistico di Portosole e a due passi dal Comune di Sanremo, ospiterà i pazienti e i loro famigliari in visita, e potrà creare nuove occasioni di impiego in città. Lo sblocco dell’impasse è avvenuto ieri durante una riunione tra il Comune di Sanremo (presente il sindaco Alberto Biancheri), il Comune di Imperia e il presidente del Tribunale di Imperia, il giudice Eduardo Bracco, che collabora da vicino con le amministrazioni per risolvere al più presto l’intoppo che si era venuto a creare nel recente passato.

I locali degli archivi verranno per il momento sigillati e, durante le prossime riunioni, sarà definita la pratica per il trasferimento e i costi a carico delle amministrazioni.

Piemmedue è una società che fa riferimento all’imprenditore Walter Lagorio, che è anche “patron” di Unogas Energia, impresa attiva sul territorio nazionale che di recente ha scelto di mantenere in provincia di Imperia la propria sede direzionale. Ieri il consiglio comunale di Taggia ha approvato la variante al piano regolatore per il trasferimento del quartier generale di Unogas, dalla sua attuale sede di via Periane a quella di fronte all’Iperconad Shopville, sempre ad Arma di Taggia e a due passi dallo svincolo dell’Aurelia bis: una struttura di tre piani, tremila metri e pronta a ospitare circa duecento dipendenti.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here