Anche gli studenti delle scuole di Rapallo saranno coinvolti nell’organizzazione del Convegno dei Giovani imprenditori di Confindustria.

Oggi il primo incontro negli istituti Caboto e Da Vigo, ma sarà coinvolto anche il Liceti con lo strumento dell’alternanza scuola-lavoro.

Il comitato Triregionale è la “macchina” che ogni anno organizza, con il supporto di 100 imprenditori volontari, il Convegno, dividendosi in commissioni, lavorando come una vera e propria organizzazione aziendale, con responsabili, progetti e obiettivi da raggiungere.

Gli studenti saranno parte attiva delle commissioni, ricoprendo ruoli di supporto per l’accoglienza e la comunicazione media e social.

L’iniziativa in numeri: 3 scuole coinvolte (circa 300 studenti in totale), una fase preparatoria in cui saranno gli imprenditori ad andare nelle scuole nei mesi di aprile e maggio, a seguire il coinvolgimento di parte degli studenti proprio durante il convegno, il team conta circa 20 giovanissimi.

«Un’esperienza tutta da vivere – dice Alice Palumbo, referente del progetto alternanza scuola lavoro – essere parte di un evento così grande è un’opportunità per sperimentarsi e comprendere il mondo che circonda oggi i giovanissimi».

Beatrice Duce, altra referente del progetto, aggiunge «Scuola e azienda, il sapere con il sapere fare, questa è la sfida del nostro progetto. Accrescere la competenza che gli studenti maturano a scuola: vogliamo riscoprire il valore dei talenti, mettendoli in prima linea con il supporto di noi imprenditori».

«Integrare è la nostra priorità consente di trasferire alle nuove generazioni expertise e stimolare la loro crescita – sostiene Matteo Giudici, project leader del Convegno e presidente dei Giovani imprenditori della Liguria – non dobbiamo perdere di vista l’obiettivo più grande: le generazioni se sono pronte e proattive genereranno valore e sviluppo per il nostro Paese nel prossimo futuro. Questo per noi è fondamentale».

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.