Nel 2016, in provincia di Alessandria, secondo i dati della Camera di commercio alessandrina,  sono nate 678 nuove imprese giovanili e ne sono cessate 345. Il saldo fra iscrizioni e cessazioni è pertanto positivo: +333 imprese, dato che porta a 3.573 lo stock di imprese giovanili registrate a fine dicembre 2016. Si considerano giovanili le imprese individuali il cui titolare ha meno di 35 anni, ovvero le società di persone in cui oltre il 50% dei soci ha meno di 35 anni, ovvero le società di capitali in cui la media dell’età dei soci e degli amministratori è inferiore a 35 anni.

Le 3.573 imprese giovanili rappresentano l’8,1% del totale imprese in provincia (43.901) e il 27,7% delle nuove attività.

Il bilancio tra nuove iscrizioni e cessazioni si concretizza in un tasso di crescita rispetto al 2015 pari a +8,8%.

«I giovani – commenta Gian Paolo Coscia, presidente della Camera di Commercio di Alessandria – sono il futuro e questo futuro cresce, come mostrano i dati. Da parte nostra c’è sempre l’impegno di stare al loro fianco, con l’istituzione del recente servizio nuove imprese, con la tenuta del registro nazionale per l’alternanza scuola-lavoro e con la digitalizzazione delle attività amministrative interne ed esterne, attività, quest’ultima, che quanto a innovazione e adattamento alla realtà del ventunesimo secolo, colloca il sistema camerale provinciale e nazionale fra i vertici delle pubbliche amministrazioni italiane».

Il dato sulle imprese giovanili presenta, in comune con il dato piemontese e nazionale, una precisa caratteristica: il 99% delle imprese ha meno di 10 addetti.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.