Tredici metri quadrati bastano per tenere i migliori coltelli un po’ da tutto il mondo. E non solo i coltelli. Nella Coltelleria di Luciano Guala, in via Galata 42 R, a Genova, i coltelli non li ha contati nessuno ma dovrebbero essere oltre un migliaio. Delle marche più prestigiose. Da Solingen, la città tedesca che produce lame almeno dal Trecento, arrivano i coltelli della Wüsthof e della Zwilling Henckels, da Esslingen quelli della Dick, azienda dopo più di due secoli ancora proprietà della famiglia fondatrice, dalla Svizzera i Victorinox, dal Giappone – patria dei samurai dalle spade perfette e, prosaicamente, anche del sushi, piatto che richiede cuochi in grado di sfilettare in maniera impeccabile – i Global e i Kai. La Francia fornisce i popolari Opinel, la Toscana i Berti, fabbricati da un artigiano. E così via. Le lame possono essserein acciaio come in ceramica, i manici, oltre che in acciaio e ceramica, anche in legno, in corno e in plexigas.

«La nostra specilizzazione – dichiara a BizJournal Liguria Massimo Vianello che lavora nel negozio con Luciano Guala – sono i coltelli da cucina e tavola. Cerchiamo di tenere il meglio. Abbiamo anche forbici e tronchesi per uso familiare e professionale, per sartoria, manicure e pedicure, e ora ci stiamo specializzando anche in macchinette e rasoi per barba e capelli». Elettrici, perché i rasoi a mano libera e le lamette si trovano a un metro di distanza, al 44, da “Vuscià”, gestito dalla figlia di Guala, Amanda.

Da Vuscià l’uomo – e non solo l’uomo, c’è anche un buon assortimento di prodotti per la donna – trova tutto per la cura del viso e del corpo, profumi, creme, pennelli da barba, rasoi, colonie, dopo barba, lamette, spugne naturali, prodotti solari, saponi naturali, prodotti per capelli, prodotti per l’igiene orale, articoli da regalo, pettini in corno, spazzole in setola, prodotti per il benessere. Tutto, ma solo di alta qualità, gli scaffali di Vuscià sono pieni di articoli rari e di nicchia.

I due negozi integrano l’offerta. Guala ha anche coltelli da caccia e da collezione, e attrezzi da cucina come i pelaverdure e pelafrutta e quelli che servono per ottenere la julienne. Il negozio è stato fondato nel 1922 e Guala, che l’ha rilevato nel 1976, ha mantenuto le vetrine e gli arredi esterni originali. L’insegna è stata rifatta identica a quella storica. Storica è anche la mola elettrica per affilare le lame, attrezzo ormai raro a Genova.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here