La Borsa di Milano apre in ribasso con l’indice Ftse Mib in calo dello 0,25% a quota 18.967 euro. Il titolo Mps inizialmente non fa prezzo, dopo essere rimasto in asta di apertura con un calo teorico dell’11%, è entrato nelle contrattazioni perdendo il 5,3%. L’aumento di capitale termina alle 14 di mercoledì, così come l’offerta volontaria di conversione dei bond subordinati, mentre il collocamento istituzionale alla stessa ora di giovedì. Gli investitori stanno chiudendo le posizioni anche della chiusura dell’anno. Occhi puntati anche su Mediaset (+3%), in attesa di capire le mosse di Vivendi.

Anche le Borse europee aprono in calo. Francoforte in avvio cede lo 0,18%, Parigi lo 0,26% mentre Londra è poco mossa in apertura con -0,02%, Madrid segna un -0,51%.

Dopo giorni di rialzo, la Borsa di Tokyo ha chiuso in ribasso: il Nikkei ha perso lo 0,08%.

Il prezzo del petrolio torna a crescere sui mercati asiatici vista la frenata del dollaro. Il light crude Wti sale di 44 cent a 52,34 dollari al barile, il Brent di Londra guadagna 36 cent a 55,57 dollari al barile.

Nei cambi l’euro apre in rialzo a 1,0473 dollari e 122,81 yen.

Lo spread tra Btp decennali e omologhi tedeschi segna 152 punti per un tasso dell’1,85% nei primi scambi.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.