Le circa cento lettere di licenziamento sono state consegnate oggi dal Gruppo Colussi ai dipendenti dello stabilimento Agnesi di Imperia, la cui produzione di pasta verrà definitivamente interrotta entro il 31 dicembre. Le Rsu sindacali di Cgil, Cisl e Uil sono oggi in azienda per la fase di conciliazione.

Oggi e domani i dipendenti sono convocati uno a uno per un colloquio in cui si deciderà il loro futuro.

Per una parte di loro, da quindici a trenta lavoratori, è previsto il trasferimento nel pastificio di Fossano in provincia di Cuneo: la trattativa verte anche sull’ammontare e la durata delle compensazioni salariali per chi sarà trasferito e ricollocato. Dovrebbero invece essere due gli operai ricollocati nel pastificio Plin di Villanova d’Albenga, che ha siglato di recente una partnership con Colussi.

Per gli altri si parla di ammortizzatori sociali: mobilità entro dicembre o Naspi (Nuova assicurazione sociale per l’impiego) nel 2017. È la fine di un’era per la città di Imperia, dove ai tempi d’oro lavoravano seicento operai tra le linee di produzione Agnesi. Da chiarire anche il futuro del complesso industriale e spunta l’ipotesi di un parcheggio da ricavare al piano terreno.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.