Novità sul fronte delle infrastrutture a disposizione della clientela business, ma anche su voli e rotte. Al secondo evento di #Liguria2021 di Confindustria Genova non poteva mancare l’Aeroporto, che, attraverso il suo direttore Paolo Sirigu, ha spiegato il futuro dello scalo genovese e le nuove funzionalità per gli imprenditori.

Confermato intanto il ritorno di Turkish Airlines per l’estate 2017 (con le 291 destinazioni collegate), torna quindi il volo Genova-Istanbul sospeso nella stagione invernale a causa delle mutate condizioni internazionali dopo il golpe fallito in Turchia. Sempre l’anno prossimo saranno acquisite nuove rotte, dopo che Genova è stata scelta come hub da Volotea, ma anche aumentate le frequenze e migliorati gli orari delle destinazioni nazionali già attive, in modo da consentire un’andata e ritorno in giornata per un viaggio di lavoro.

«Occorre ricordare che l’Aeroporto non decide i voli, le tariffe e gli orari, ma fornisce servizi a clienti e compagnie aeree – ricorda Sirigu – ovviamente è nel nostro interesse lo sviluppo dello scalo, ma occorre muoversi tutti insieme, se per esempio i prezzi Alitalia per Roma sono troppo alti».

Proprio per risolvere quest’ultimo problema, l’Aeroporto ha chiesto ad Alitalia di mettere a disposizione un volo in più, in orario ravvicinato, in modo da evitare che quello attuale, sempre molto pieno, costringa chi prenota gli ultimi posti a pagare una cifra esorbitante. «In questo modo diminuirebbe la tariffa media», ribadisce Sirigu. L’aumento della capacità su Roma dovrebbe realizzarsi nel 2017, insieme all’arrivo di un nuovo collegamento con una capitale europea, nuove destinazioni leisure e un nuovo operatore su Tirana.

Il direttore dell’Aeroporto è reduce da World Routes 2016 a Chengdu, in Cina, l’evento mondiale in cui aeroporti e compagnie aeree si incontrano e pianificano il futuro. Gli obiettivi di sviluppo dichiarati sono, per quanto riguarda il potenziamento dell’esistente: l’aumento delle frequenze su Roma e Monaco, lo spostamento del volo British Airlines da London-Gatwick a Heathrow, un aeroporto molto più “business”, l’estensione del volo per Mosca ad annuale (per gli imprenditori si aprirebbe un collegamento costante con tutta la Russia con un solo scalo, visto che la compagnia S7 consente di raggiungere moltissime destinazioni).

Nuovi network

Sui nuovi network da sviluppare l’Aeroporto di Genova punta su un nuovo volo per Francoforte con Lufthansa, il recupero del volo per Madrid con Iberia (che aprirebbe più possibilità per il Sudamerica, anche in ottica di viaggi degli immigrati ecuadoriani molto presenti in Liguria), un nuovo volo per Copenaghen, riuscendo a intercettare in questo modo turismo e business scandinavo, un collegamento con la Calabria e, sogno nel cassetto, un volo Qatar per Doha, visto che la compagnia, con base a Pisa, ha ancora possibilità di sviluppo in Italia rispetto a Etihad ed Emirates.

«Bisogna ragionare sul fatto che Genova non può proporre voli diretti verso tutte le destinazioni richieste, non sarebbe sostenibile – dice Sirigu – ma con uno scalo si possono raggiungere 400 destinazioni nel mondo, un aspetto spesso sottovalutato, inoltre con Klm, che fa parte di Air France, ci sono orari, collegamenti interessanti legati non solo ad Amsterdam, ma anche a Parigi».

Nuovi servizi, anche sale meeting

Le altre novità riguardano le infrastrutture e i servizi dello scalo: all’inizio del 2017 cominceranno i lavori per il rifacimento della sala Genova (lounge), che sarà pronta intorno a luglio: 190 mq rinnovati sia nell’estetica, sia nella proposta, perché potrà essere usata per meeting e incontri, con supporti informatici, rassegna stampa mondiale e wifi a disposizione della clientela.

Sarà finalmente possibile usufruire del servizio fast track per i frequent traveler e per chi usufruisce della sala Genova, saltando la coda per l’imbarco. Successivamente l’accesso alla sala lounge verrà spostato dopo i controlli di sicurezza.

Novità anche negli spazi dell’ex self service al piano sopra le partenze, chiuso da qualche anno: le aree saranno usate sia per gli uffici della società di gestione, ma anche come meeting room da 15 a 30 posti, che possono essere prenotate e utilizzate per incontri di business, presentazioni, show room, sfruttando anche il bel colpo d’occhio della vista dalla terrazza su mare e aerei.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.