Arriva Gladiator 90’ del cantiere romano Canados. Il nuovo sport yacht, il cui varo è previsto nel 2017, andrà a sostituire il precedente Canados 90’ Open.

Il 90’ Gladiator sarà disponibile in tre versioni con diverse potenze:

-Due Man V12-1.900 hp in V-Drive.

In questa versione, lo yacht sarà in grado di viaggiare a una velocità di crociera di 27 nodi, con una velocità massima di 33 nodi.

-Due Mtu 16V 2000 M94L-2.600 hp con Arneson Drives.

Questa versione sarà in grado di viaggiare a una velocità di crociera di 42 nodi e raggiungere una velocità massima di oltre 48 nodi.

-Tre Man V12-1.900 hp con eliche di superficie Top System.

Questa versione consentirà una velocità di crociera di 46 nodi e una velocità massima che potrà superare i 55 nodi.

Le tre versioni saranno disponibili con diverse disposizioni interne a tre o quattro cabine, con alloggi e dinette per l’equipaggio separati, interposti tra la sala macchine e la zona ospiti.

Le versioni a due motori saranno caratterizzate da interni in stile Canados, con un arredamento tradizionale realizzato su misura, mentre la versione trimotorica sarà allestita sempre con arredamento custom ma con materiali superleggeri e strutture rinforzate.

In tutte le tre versioni, lo scafo sarà realizzato in sottovuoto per offrire ulteriore robustezza e integrità allo yacht.

Nella versione trimotorica, l’intera sovrastruttura sarà costruita in kevlar/aramat con rinforzi in fibra di carbonio per assicurare maggiori performance.

Per quanto riguarda il design, l’intera imbarcazione è stata concepita considerando che uno yacht di oltre i 27,45 metri e con una velocità di oltre 50 nodi, deve essere allo stesso tempo comodo e sicuro.

Con una larghezza di 6,30 metri – il Gladiator 90’ è il modello più veloce tra gli open della sua misura disponibili nel mercato attuale.Il design del suo scafo, già testato nel precedente Canados 90’ Open, è in grado di reggere le velocità più elevate, anche in condizioni avverse, cosa che pochi yacht sono in grado di fare.

Lo spazio nel pozzetto è stato ampliato grazie all’ideazione di un prendisole parzialmente “sospeso” sopra la plancetta di poppa, aumentando così il comfort a bordo. Come risultato, l’imbarcazione presenta un ponte in grado di offrire un doppio salone/tavolo da pranzo protetto da una tenda retraibile integrata nella sovrastruttura. Questo salone può ospitare 8-9 persone.

Nei dorsali del pozzetto sono stati integrati due vani laterali che possono essere utilizzati sia per i parabordi sia per i Seabob.

La zona di prua è attrezzata con una seconda area dining/salone, posizionata frontalmente al parabrezza, dove possono accomodarsi comodamente fino a 8 persone oltre a un classico prendisole.

Il garage può ospitare un tender di 3,85 metri e una moto d’acqua, piuttosto inusuale negli yacht di questa dimensione.

Il ponte principale avrà un salotto con due divani frontali e un tavolo da pranzo mentre la plancia di comando sarà separata dal resto da un pannello di vetro al fine di ottenere più privacy.

Le vetrate laterali di grandi dimensioni offriranno una spettacolare vista sull’ambiente circostante, mentre l’hard top scorrevole posto sopra il salone interno consentirà agli ospiti seduti di godere della brezza, se la temperatura esterna lo permetterà.

Canados annunciare anche la vendita del Canados 76’ con il supporto della società francese di brokeraggio Yacht Addict. La barca inizierà la sua stagione di navigazione questa estate in Sud Italia, per poi dirigersi alla volta di Izmir in Turchia.

Da quando Canados ha riaperto i battenti in Gennaio, non solo c’è stata una forte conferma dell’interesse nei suoi confronti, ma anche la domanda è in costante crescita in tutta Europa, soprattutto in Nord America, Messico, Francia e Italia.

Con sede a Ostia, a soli 7 km dall’aeroporto internazionale di Roma-Fiumicino Leonardo Da Vinci, il cantiere simbolo di Roma Canados è stato fondato nel 1946 e ha consegnato con successo più di 700 yachts di lunghezze dai 23 ai 36 metri.

Il cantiere Canados, ben 80.000 metri quadrati di superficie, sorge Ostia lungo la foce del Tevere e il può contare su due uffici di rappresentanza diretta a Golfe Juan, in Costa Azzurra e a Dubai.

Il progetto di riorganizzazione delle infrastrutture del cantiere si sta sviluppando di pari passo con il già avviato piano di dragaggio della marina di Canados e della sostituzione del capannone di 75 metri prevista ad aprile 2017.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here