Nasce il sito “Be Active Liguria”, la vetrina di un insieme di servizi dedicati al trekker e al biker per organizzare una vacanza attiva in Liguria con oltre 200 itinerari.

Ognuna delle 45 strutture ricettive col marchio di qualità bike & hike – già presenti sul sito con offerte specifiche – corrisponde ai requisiti fissati dalla Regione Liguria nel disciplinare che stabilisce i criteri di certificazione delle strutture ricettive. L’obiettivo è offrire garanzie e proposte per vacanze agli appassionati di outdoor.

Delle 45 strutture 8 sono in provincia di Genova, 11 nell’imperiese, 6 nello spezzino e 17 in provincia di Savona, di cui 9 a Finale Ligure, “Eldorado” della mountain bike e del free climbing.

Proprio a Finalborgo era stato costituito il gruppo di lavoro tra operatori e Agenzia “In Liguria” che ha permesso di arrivare al risultato, costruire cioè un prodotto turistico e sviluppare destinazioni di vacanza specializzate per accogliere il turista sportivo. Da qui è scaturito anche il “Social media team diffuso” che vede il coinvolgimento di strutture ricettive, associazioni, guide e parchi naturali per la gestione della pagina Facebook “Be Active Liguria”: i contenuti – fanno sapere dall’Agenzia In Liguria – vengono creati direttamente dal territorio per informare l’utente sulle ultime novità e narrare le esperienze che si possono vivere in Liguria e arricchire così di valore aggiunto la comunicazione.

Grazie al lavoro fatto “dal basso”, cioè dagli albergatori locali e dalle associazioni che si sono costituite per animare il territorio, pulire i sentieri, offrire servizi di guiding e proporre offerta turistica specializzata e qualificata, Finale Ligure è ormai una meta fissa per gli amanti della mountain bike. Non è un caso che sia diventata sede di gare sportive come la 24h di Finale e la Super enduro World Series, che vedono la partecipazione di atleti e appassionati da tutto il mondo. La cittadina registra 1 milione di arrivi all’anno di cui più di 300 mila di amanti della mountain bike. La zona di Sanremo – secondo l’agenzia – si sta qualificando come secondo polo e quella del Parco di Portofino sta proponendo escursioni guidate, mentre nella zona di Levanto si sta puntando sull’e-bike (bici elettriche con pedalata assistita) per gustare le escursioni sui ripidi colli con vista mare totale.

Il sito propone più di 200 itinerari con tracce Gpx scaricabili su supporto GPS o su smartphone, con dati altimetrici, dislivello, tempo di percorrenza, intensità dello sforzo richiesto e stagionalità del tracciato. Accanto al dato tecnico, viene proposta all’utente una scelta fatta in base ad altri parametri per godere del territorio e di quanto può offrire.

Nella sezione “Consigli”, i racconti dei nostri insider, esperti biker e guide ambientali escursionistiche, che vi guideranno alla scoperta della Liguria per fare un’esperienza unica. Gli itinerari possono essere scelti anche in base alle diverse classificazioni “natura”, “family”, “gourmet” e “cultura”.

Nella sezione dedicata ai camminatori sono stati evidenziati due “Percorsi speciali”. Più che itinerari, sono viaggi di scoperta della Liguria. L’Alta via dei monti liguri e oggi anche il Sentiero Liguria. All’Alta via, 43 tappe sul crinale appenninico, da Sarzana a Ventimiglia, si aggiunge il Sentiero Liguria, 29 tappe, l’equivalente dell’Alta Via ma direttamente sulla costa ligure.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.