Hitachi depositerà questa mattina al Tar del Lazio il ricorso contro la decisione della Consob che ha imposto un rialzo del prezzo dell’opa su Ansaldo Sts da 9,50 a 9,899 euro ad azione. È quanto risulta da fonti vicine al gruppo giapponese.

Hitachi chiederà anche la sospensiva del provvedimento della commissione che vigila sulle società e sulla Borsa che ha accusato di collusione Hitachi e Finmeccanica nell’operazione di acquisizione di Ansaldo Breda e della quota di controllo di Ansaldo Sts. Secondo l’accusa sarebbe stata sovrastimata Ansaldo Breda e sottostimata Ansaldo Sts.

Venerdì scadono i termini per l’adesione all’opa obbligatoria e quindi gli azionisti che non consegneranno entro il 19 i titoli non potranno poi più farlo indipendentemente dalla decisione del Tar. L’unica possibilità di proroga dei termini è se da qui a venerdì fossero consegnate più del 50% delle azioni oggetto dell’offerta e fosse la stessa Hitachi a chiedere un prolungamento dei tempi.

Finora è stato consegnato poco più del 4% delle azioni oggetto dell’offerta.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.