Nuovi ordini da parte di Virgin Cruises e accordi quadro con società iraniane hanno spinto verso l’alto in Borsa le azioni di Fincantieri che questa sera chiude con +7,88%. È l’opinione diffusa tra gli analisti finanziari.

La notizia dei nuovi ordini di Virgin Cruises viene dal quotidiano MF secondo il quale mancano ormai solo le firme per dare il via a un nuovo sodalizio tra Fincantieri e la compagnia, pronta a ordinare tre navi di 110 mila tonnellate di stazza lorda, che verrebbero costruite nello stabilimento di Sestri Ponente.

Con gli iraniani il gruppo guidato da Giuseppe Bono oggi ha siglato accordi preliminari propedeutici al perseguimento di alcuni contratti del valore di qualche centinaia di milioni di euro e al potenziale sviluppo di attività congiunte.
In particolare, Fincantieri ha raggiunto un accordo di cooperazione e sviluppo con Azim Gostaresh Hormoz Shipbuilding Industry Co (Agh), un nuovo complesso cantieristico iraniano strategicamente posizionato nel golfo Persico all’interno della zona economica speciale “Persian Gulf Special Economic Zone”.
L’accordo prevede la cooperazione tra le due società sia nella costruzione di nuove navi mercantili e unità offshore sia nel settore delle riparazioni e conversioni navali, nonché nel refitting di unità già in esercizio.
Inoltre, Fincantieri, attraverso la sua controllata Isotta Fraschini Motori, ha firmato altri due accordi che riguarderanno il settore della propulsione navale e quello dei trasporti su rotaia.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.