Il convento dei frati cappuccini di Monterosso ha vinto la classifica dei luoghi del cuore del Fai, il Fondo per l’ambiente italiano con oltre 110 mila voti e beneficerà, insieme alla Certosa di Calci e al castello di Calatubo ad Alcamo, dei 150 mila euro stanziati per i vincitori.
In tutto sono 23 i siti scelti per gli interventi della settima edizione del censimento. I progetti di restauro e valorizzazione, selezionati su 103 richieste di intervento da 15 regioni, potranno contare su 250 mila euro oltre a quelli previsti per i primi tre.
La graduatoria è stata stilata dalla commissione interna del Fai, in accordo con i segretariati regionali del ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo.  L’intervento diretto verrà realizzato grazie alla collaborazione con Intesa Sanpaolo, partner dei Luoghi del Cuore dal 2003.
Per la Liguria, oltre al convento di Monterosso, è stato scelto il borgo di Bellissimi a Dolcedo, nell’imperiese, che ha richiesto un contributo di 2700 euro per creare un percorso unitario con immagine coordinata sul tema delle mongolfiere di carta.
Fuori dai finanziamenti ammessi per mancanza di fondi a disposizione Villa Pallavicini di Genova, che aveva chiesto un contributo di 5.874 euro per il restauro del monumento a Michele Canzio e degli apparati marmorei della scena della rimembranza, ma anche per il percorso pedonale del castello di Andora (30 mila euro). Niente da fare anche per la Pigna a Sanremo, niente contributo per la manutenzione straordinaria della fontana maggiore dei giardini Regina Elena (24.300 euro) e per lo studio di valorizzazione della biodiversità del palmeto storico di Bordighera (12 mila euro).

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.