Più di 30.780.000 euro incassati dall’inizio di gennaio a fine agosto: sono lontani, per il Casinò di Sanremo, i tempi d’oro, quando gli introiti annuali superavano i cento milioni, e sono lontanissimi gli anni Ottanta, in cui l’organico era di oltre 600 dipendenti. Oggi è sui 290. In questi decenni il mondo è cambiato anche per le sale da gioco, le macchinette mangiasoldi hanno invaso le città, il turismo non è più quello di una volta, e forse neanche Sanremo. Ma la casa da gioco matuziana si difende, in questi anni ha perso entrate ma ha tagliato spese, investito, rinnovato le attrazioni. E questo agosto ha vissuto un mese da leoni, incassando 5,7 milioni di euro con incremento dell’8,7% rispetto allo stesso mese del 2014. La flessione annuale continua ma tende a contrarsi, nel mese scorso si è ridotta al 2,8%.

«Abbiamo messo in campo – spiega il direttore generale Giancarlo Prestinoni – uno spiegamento di forze in termini di offerte di gioco e di accoglienza davvero notevole che ci ha permesso di appagare le diversificate aspettative della nostra clientela. Sono tornati nelle nostre sale per trascorrere il Ferragosto molti dei nostri clienti affezionati ai giochi tradizionali, che si sono divertiti a puntare sia alla roulette francese che alla fair roulette. I clienti hanno apprezzato gli spettacoli sul Roof Garden e quindi si sono riversati nelle sale. Possiamo parlare di un positivo nuovo gradimento per i giochi tradizionali. L’offerta di gioco è stata all’altezza della domanda: molti sono stati i tavoli aperti sino a notte inoltrata. In agosto – continua Prestinoni – le slot machine hanno consolidato la crescita già registrata in precedenza con un ottimo 8% di incremento che a livello annuale significa +4,7%»

I cambiamenti sono di natura strategica. «Nel poker – precisa Prestinoni – in tre mesi ci siamo già riposizionati in un settore dove la concorrenza è davvero agguerrita a livello internazionale. Il brand della nostra casa da gioco, unito alla nostra professionalità, alla partnership con la Tilt Events e alle innovative formule di gioco sono stati determinanti».

«Come il poker e il gioco on line, che mese dopo mese cattura nuovi giocatori, entusiasti della Roulette live, anche quello elettromeccanico – prosegue il direttore generale – continua la sua costante e positiva escalation, soprattutto in questo ultimo periodo. La crescita delle slot machine conferma la buona salute del settore. Registriamo l’apprezzamento dei visitatori, anche occasionali, verso il parco macchine e per la presenza di molte slot che funzionano anche con ticket da un centesimo di euro, un target di gioco che attira molti vacanzieri».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here