Abbattuto questa mattina l’ultimo diaframma nella galleria naturale Campasso (lunga complessivamente oltre 600 metri), la prima della nuova linea ad alta capacità veloce Genova-Milano detta del Terzo Valico .

Il consorzio Cociv, general contractor guidato da Salini Impregilo, incaricato della progettazione e costruzione del Terzo Valico, ha terminato lo scavo della galleria naturale Campasso, situata interamente nel territorio del Comune di Genova, a un anno dall’avvio delle attività iniziate, dal versante Sud, nel luglio del 2014.

La galleria Campasso consentirà il collegamento tra la nuova linea ad alta capacità veloce in costruzione e la linea ferroviaria convenzionale esistente “Succursale dei Giovi” (direttrice Genova – Milano – Torino). Scavata interamente con metodologia tradizionale in un materiale roccioso e ubicata in un’area fortemente urbanizzata, presentava un delicato sotto attraversamento con basse coperture fin dai primi metri, superato senza alcun inconveniente.

Con la realizzazione della Galleria Campasso, i lavori del Terzo Valico proseguiranno verso la successiva galleria di valico che, scavata da più fronti lungo l’intera linea, dopo 27 km collegherà Genova con la provincia di Alessandria, venendo a costituire il riassetto degli assi ferroviari tra Liguria, Piemonte e Milano.

Oggi tutti i cantieri principali sono aperti sia nel versante ligure, a Fegino, Polcevera e Cravasco, sia nel versante piemontese, a Castagnola, Voltaggio, Pozzo Radimero ad Arquata e a Serravalle. Anche le opere di miglioramento della viabilità sono in svolgimento e già all’inizio del 2016 verrà consegnata alla città di Genova la nuova e attesa viabilità denominata Borzoli–Erzelli che collegherà il casello autostradale di Genova Aeroporto con il quartiere di Borzoli consentendo così l’eliminazione del transito dal centro abitato di circa 10.000 container/mese.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.