«Per fortuna il Cipe sta per stanziare oltre 600 milioni per il terzo lotto, quindi nonostante l’Europa il Terzo Valico va avanti, ma ancora una volta, dopo il declassamento dell’aeroporto e il congelamento dell’ultima fase del raddoppio ferroviario Genova-Ventimiglia, Genova è stata beffata proprio sulle infrastrutture, che sono linfa vitale per la sua economia». Così il presidente della Camera di Commercio di GenovaPaolo Odone,  commenta l’esclusione del Terzo Valico dai progetti della Connecting Europe Facility.

«Questa decisione – precisa il presidente della Camera di Commercio – prima di tutto è figlia di una scarsa attenzione della Ue nei confronti dei porti, perché non è stato considerato il ruolo di Genova come punto di accesso verso l’Europa per le merci di tutto il mondo. Ma è anche figlia di una scarsa attenzione per le grandi opere in generale e per il Terzo Valico in particolare, un’opera che Genova aspetta da oltre 100 anni».

Bene invece, secondo Odone, «la decisione di Bruxelles sul finanziamento di 13,6 milioni per il corridoio Genova Rotterdam, anche se sarà interessante sapere nel dettaglio per quali tratte».