C’è il nuovo progetto di Amiu su Scarpino: presentato alla Città Metropolitana, il nuovo aggiornamento consentirà di ottenere l’autorizzazione ambientale necessaria per riprendere le attività della discarica, ma anche per l’ampliamento dei volumi.

Il progetto prevede alcune novità rispetto alla vecchia “strategia”: sarà la stessa discarica di Scarpino a ospitare gli impianti di separazione secco-umido (previsti inizialmente a Volpara e Rialzo) e di stabilizzazione dell’umido. Aggiornato anche il bilancio idrico sulla base delle ultime rilevazioni.

Il piano attende ora l’ok dalla Conferenza dei servizi (i tempi sono di un mese circa): se la risposta sarà positiva, si potrà procedere con la gara d’appalto per gli impianti e si otterrà l’attesa autorizzazione ambientale. Per Amiu e Comune di Genova, l’obiettivo è riaprire Scarpino durante l’estate.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.