Le risposte di Angelo Berlangieri, assessore regionale al Turismo:

 

Angelo Berlangieri, assessore regionale al Turismo
Angelo Berlangieri

– Qual è stata l’azione concreta più importante che è riuscito a raggiungere in questa legislatura?

Una delle azioni più importanti è stata l’istituzione del sistema “permanente” per la qualificazione e lo sviluppo del turismo, senza costi per il bilancio regionale, fondato su tre cardini. Il primo, il fondo di rotazione per le imprese: finanziamenti rimborsabili allo 0,5% in 5 anni, 1% in 10 e 1,5% in 15 (erogati in 5 anni per un totale di 32 milioni di euro e 203 imprese finanziate). Fondo per progetti d’internazionalizzazione delle aggregazioni d’imprese turistiche alimentato dagli utili del fondo di rotazione. Fondo per progetti presentati dai Comuni per la qualificazione dell’offerta turistica, alimentato dal 75% degli oneri dovuti per i cambi di destinazione d’uso d’immobili a destinazione albergo.

– Quale obiettivo preposto non è riuscito invece a concretizzare?

A causa del procrastinarsi fino a oggi della riforma delle Province e del titolo V della Costituzione, la revisione dell’organizzazione turistica territoriale, che è definita nelle sue linee ma manca ancora dell’atto legislativo attuativo.

– Quale risultato concreto nei confronti dell’artigianato e delle micro e piccole imprese ha portato a termine in questa legislatura?

La revisione della legislazione in materia d’imprese che ha introdotto principi e procedure di semplificazione e maggior aderenza alle esigenze delle imprese e del mercato e, nonostante la crisi, il mantenimento del movimento turistico con aumento del 20% di quello estero, che poi significa in concreto mantenimento dei fatturati!

– Quale dovrà essere il primo obiettivo della prossima legislatura a favore di artigianato, micro e piccole imprese?

Di certo, chiaritasi finalmente la questione Province e riparto di competenze Stato-Regione, la revisione dell’organizzazione turistica territoriale secondo il seguente principio: organizzare in risposta alle esigenze delle imprese e dell’economia del turismo e non a quelle della geo-politica!

– Attribuisca un voto da 0 a 10 al lavoro da Lei svolto in consiglio regionale e lo motivi in un massimo di 30 parole.

I giudizi spettano alle imprese e al mondo del turismo e per questo non mi attribuisco voti. Tuttavia ho sempre cercato di agire coinvolgendo tutti gli attori del turismo e di essere il più possibile al loro servizio.

– Attribuisca un voto da 0 a 10 al lavoro della giunta regionale e lo motivi in un massimo di 30 parole.

8: ha svolto un lavoro costantemente attento alle esigenze delle imprese e del turismo pur nella situazione di difficoltà e crisi vissuta. È facile agire con tante risorse a disposizione, più difficile ottenere risultati nelle ristrettezze!

– Attribuisca un voto da 0 a 10 al lavoro del consiglio regionale e lo motivi in un massimo di 30 parole.

8: ha sempre trattato il turismo per quel che deve essere, uno dei settori strategici della Liguria, lavorando nel suo interesse senza posizioni di parte. Una delle più belle soddisfazioni della legislatura!

– Attribuisca un voto da 0 a 10 all’azione svolta da Confartigianato Liguria nei confronti dell’attività della Regione Liguria e lo motivi in un massimo di 30 parole.

8: ha sempre partecipato in modo puntuale e costruttivo a tutte le attività di concertazione. È anche grazie a Confartigianato se si è riusciti a compiere atti e fatti nell’interesse del turismo e delle sue imprese!

 

Guarda i contributi video:

Stile Artigiano Savona 2014 – Mezz’ora con… Stile

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.