Il Gruppo Iren scende in campo a sostegno dei cittadini genovesi e il CardioVan fa tappa nel capoluogo ligure. Ha preso il via anche a Genova, con il patrocinio del Comune, la prima Campagna nazionale di screening degli aneurismi dell’aorta ascendente effettuata tramite ecocardiogramma. L’iniziativa, promossa da Cardioteam foundation onlus e realizzata appunto con il sostegno di Iren, ha come obiettivo la diagnosi precoce di tale patologia sulla popolazione di età compresa tra i 55 e 75 anni, la più esposta a complicanze gravi e spesso mortali. L’aneurisma dell’aorta ascendente è una patologia maligna che, se non curata, è fatale per tre quarti di chi ne è affetto. In Italia, i soggetti colpiti sono circa 300 mila e ogni anno si registrano 1.800 nuovi casi. È una malattia subdola perché silente: decorre asintomatica sino all’insorgenza di complicanze gravi e spesso mortali. Da qui l’importanza della prevenzione a salvaguardia dell’individuo e della società e nell’interesse del Sistema sanitario nazionale.

La Campagna prevede che i medici di base informino i propri pazienti in “fascia a rischio” della possibilità di aderire allo screening effettuando un esame semplice e non invasivo: l’ecocardiogramma appunto. Le persone interessate dovranno telefonare al numero verde 800.775590 e prenotare il controllo, senza bisogno di munirsi di impegnativa medica. L’ecocardiogramma sarà eseguito gratuitamente presso il CardioVan Medico, la postazione sanitaria itinerante che stazionerà in piazza De Ferrari sino al 17 novembre.

«Il rispetto, la valorizzazione e la salvaguardia delle persone costituiscono alcuni dei principi fondamentali a cui Iren ispira responsabilmente la propria azione quotidiana, proprio perché considera di primaria importanza la tutela della salute dei dipendenti. – ha sottolineato il presidente del Gruppo Iren Francesco Profumo – in tal senso, da alcuni anni sono stati avviati programmi di checkup e accertamenti sanitari mirati: abbiamo quindi aderito convintamente alla campagna di screening degli aneurismi dell’aorta che rappresenta la prima iniziativa preventiva di grande respiro su questa particolare patologia in Italia».

La partnership fra Iren e Cardioteam Foundation Onlus ha previsto infatti anche la possibilità per tutti i dipendenti con più di 55 anni di età di sottoporsi gratuitamente allo screening sanitario.

«In Italia, le malattie cardiovascolari costituiscono la principale causa di morte e di grave invalidità, causate da infarto (28% sul totale dei decessi) e ictus. Nel complesso, l’incidenza delle malattie cardiovascolari è del 44%” – informa il cardiochirurgo Marco Diena, presidente di Cardioteam foundation onlus e coordinatore scientifico della Campagna –tuttavia, una parte significativa di queste percentuali può essere ridimensionata attraverso la riduzione dei fattori di rischio, la diagnosi precoce e le cure tempestive. Per raggiungere questo risultato, è fondamentale promuovere sia interventi di assistenza sanitaria rivolti al singolo individuo, in primis screening finalizzati a garantire diagnosi e cure precoci; sia interventi mirati all’insieme della popolazione, rendendola consapevole dei danni provocati da fumo, alcol, cattive abitudini alimentari e vita sedentaria».

Un approccio globale, quindi, che coniuga azioni di cura e azioni di prevenzione: «Contrariamente a quanto si pensi – sottolinea Diena – le malattie cardiovascolari non sono una fatalità e al pari dei tumori possono essere prevenute. I dati forniti dai Paesi che registrano una riduzione significativa delle malattie cardiovascolari indicano che questa è la via da seguire».

La Campagna ha preso l’avvio nel mese di giugno e durerà un anno; toccherà circa 40 città del Nord, Centro e Sud Italia.

Sul sito www.cardioteamaneurisma.org tutte le informazioni in merito all’iniziativa e al calendario del tour del CardioVan.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.