Nuove risorse dalla Regione Liguria per la prevenzione degli incendi boschivi, rischio stagionale (e non solo) che anche il maltempo e le alluvioni di queste settimane non fanno certo passare in secondo piano.

La giunta regionale, in mattinata, su proposta dell’assessore all’Agricoltura Giovanni Barbagallo, ha stanziato 425 mila euro da destinare ai Comuni liguri per il potenziamento delle proprie squadre di volontari antincendio boschivo e per la realizzazione di interventi di prevenzione degli incendi boschivi.

«In un momento di grande difficoltà economica, siamo riusciti ad investire una cifra significativa per ridurre i rischi di incendio boschivo, in particolare nelle zone urbanizzate a contatto con il bosco», afferma Barbagallo.

I Comuni singoli e associati complessivamente interessati al finanziamento sono oltre un centinaio, le risorse dovranno essere utilizzate per fornire ai volontari antincendio boschivo, attrezzature e dotazioni individuali destinate alla loro sicurezza operativa durante gli interventi di spegnimento e per realizzare nuovi punti di prelievo di acqua e fasce tagliafuoco.

Oltre alle risorse destinate ai Comuni, la Regione Liguria, nel 2014, ha stanziato un’ulteriore sostegno di 400 mila euro a favore delle organizzazioni di volontariato di antincendio boschivo e dei loro coordinamenti provinciali. Risorse destinate a sostenere l’ importante ruolo operativo del volontariato antincendio boschivo e per organizzare attività formative e addestrative, nonché per potenziare le dotazioni delle squadre.

Il fenomeno degli incendi boschivi in Liguria, anche se negli ultimi mesi è stato meno pressante a causa delle frequenti piogge, rappresenta sempre un elemento di pericolo molto importante, determinato dalla vasta superficie boschiva, che copre il 70% del territorio regionale e dalla elevata pressione antropica in particolare nella fascia costiera. Questi due fattori, in condizioni meteorologiche favorevoli, possono innescare incendi anche di vaste proporzioni e gravità.

La forza operativa del Volontariato antincendio boschivo conta circa 2 mila volontari, suddivisi in oltre 160 organizzazioni presenti su tutto il territorio regionale.

Il Volontariato Aib, per gli interventi di prevenzione e spegnimento degli incendi boschivi, è coordinato dal Corpo Forestale dello Stato, con il quale la Regione Liguria è convenzionata fin dall’anno 1984 per il coordinamento tecnico-operativo al Sistema regionale di prevenzione e lotta agli incendi boschivi.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.