Scarpino riapre i battenti. La discarica genovese, che avrebbe dovuto chiudere tra pochi giorni a causa della mancanza di impianti per il trattamento di rifiuti, ospiterà le tonnellate di materiali accatastate in piazzale Kennedy in seguito all’alluvione del 9-10 ottobre. Il via libera è arrivato direttamente dal sindaco di Genova Marco Doria, che con un’ordinanza di salute pubblica ha concesso una deroga di 15 giorni, in modo da togliere i detriti dalle strade. «Scarpino è in grado di accogliere rifiuti, i limiti di legge non sono stati ancora raggiunti» spiega il direttore di generale di Amiu Pietro D’Alema.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.