Tutto come previsto. La “Costituente per la Città Metropolitana”, listone che raggruppa Partito Democratico, Forza Italia, parte del Nuovo centrodestra, Sel e Lista Doria, ha vinto le elezioni per il consiglio della città metropolitana, l’organo che dal 1 gennaio 2015 sostituirà la Provincia di Genova. A votare ieri sono stati i sindaci e i consiglieri dei Comuni che faranno parte del nuovo ente. L’affluenza è stata dell’84%. La lista sostenuta dal sindaco di Genova Marco Doria ha ottenuto il 62,2% dei voti, accaparrandosi 13 seggi su 18. Dei cinque posti rimanenti, tre sono stati presi dalla lista “Comuni e Comunità” (21,4% dei voti), mentre “Liste Civiche Noi per L’area Vasta Liberi di Scegliere” si è aggiudicata due consiglieri (14,6%). Il consiglio metropolitano dovrà approvare entro il 31 dicembre 2014 lo statuto della città metropolitana. Dalle elezioni è rimasto fuori il Movimento 5 Stelle, che pareva destinato a entrare nel listone. L’accordo è saltato a causa della richiesta, giudicata esosa da Doria, di avere tre rappresentanti in lista, invece di uno solo come proposto dal primo cittadino del capoluogo ligure.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here